Riprenderà già questa mattina la preparazione degli azzurri, ultimi due allenamenti, poi la gara con il Lecce ed il rompete le righe. La squadra vuole però fare le cose per bene fino in fondo e quindi non c’è tempo per respirare ed all’indomani della trasferta di Salerno si torna subito a lavoro. La gara con il Lecce è sicuramente interessante e l’Empoli (anche se la Salernitana ha il destino nelle sue mani) può essere ancora arbitro di questa stagione. Rispetto alla gara di ieri ci aspettiamo diversi cambi, un po’ tutti quelli che ieri non sono partiti titolari ce li immaginiamo dentro, da Romagnoli ad Haas, da Sabelli a La Mantia. Indubbiamente l’obiettivo finale a questo punto è quello di non superare le tre sconfitte stagionali e magari provare a far di Mancuso il capocannoniere proprio contro il “rivale”, Coda.

A Salerno per l’Empoli è arrivata una bella prestazione con un risultato sicuramente non consono a quanto visto in campo. Indubbiamente le motivazioni dei campani potevano essere più forti, ma soprattutto nel primo tempo è sembrata la nostra la squadra con maggiore fame. Anche i numeri testimoniano (basterebbe il 65% di possesso) chi ha condotto l’incontro giocando senza pensieri e palesando sul campo chi ha strameritato di vincere il campionato. Magari un pizzico posso aver inciso le scelte iniziale ma di certo l’Empoli puo’ rimproverarsi davvero poco per la gara onesta e generosa che gioca. L’Empoli meriterebbe il gol soprattutto quando Belec devia sul palo un incornata di Moreo, ma il gol lo trovano i granata con Bogdan al 31′ che si ritrova un pallone d’oro su servizio involontario di Damiani. Nella ripresa cala un filo la lucidità dei nostri che però continuano a giocare alla ricerca di un pari che sarebbe stato ampiamente meritato. Evidentemente però doveva andare in maniera diversa e la certificazione arriva nei minuti di recupero quando Anderson è caparbio a tirare per tre volte di fila verso la porta azzurra, centrando il bersaglio proprio al terzo tentativo. Come detto, e come ribadito anche dal tecnico Dionisi a fine gara, c’è da essere soddisfatti per come è stata giocata da chi è stata giocata.

Per quanto riguarda i singoli non c’è necessità di andarsi a spendere più di tanto, per quanto debba essere fatta menzione per il giovane Viti che gioca una partita davvero importante mettendo dentro tanta personalità e qualità. Manca ancora un filo di esperienza, come palesa il secondo gol campano, ma, signori, parliamo di un 2002. Per il resto gara davvero gagliarda da parte di tutti, forse (ma qui andiamo a fare i pignoli) un occasione sprecata per Olivieri dal quale ci si aspettava qualcosa in più. Bravo poi anche Crociata, un altro che si è visto poco, forse il migliore degli azzurri di giornata: difficile capire se possa essere una buona alternativa per la A, ma a modesto parere il milione per il riscatto potrebbe essere un buon investimento. Dionisi cambia molto, snaturando anche un po’ la sua filosofia, ma ci stavano ed alla fine anche se questo non paga sul risultato da modo di poter visionare quei giocatori che meno si sono visti ma che possono rappresentare (come si diceva per Crociata) un investimento sul futuro.

Adesso testa all’ultima gara che l’Empoli giocherà ancora al meglio con le giuste motivazioni. Poi sarà tempo di alzare la coppa al cielo per proiettarsi subito dopo alla nostra quattordicesima serie A.

27 Commenti

  1. Più che rimanere con 3 sconfitte, sarebbe un bel risultato chiudere il campionato con zero sconfitte casalinghe. E non sarebbe cosa da poco, vista la mancanza di pubblico sugli spalti che ti incita. Ed è lampante che anche in A il Castellani deve essere il nostro fortino da cui tirar fuori più punti possibili, soprattutto con le squadre che lotteranno con noi per raggiungere la salvezza.

  2. Non vedo l’ora di vedere i ragazzi alzare la coppa al cielo sono d’accordo sul fatto che in un anno senza nessuno sugli spalti si riesca a mantenere l’imbattibilità del castellani, siamo mitici e meravigliosi forza azzurri

  3. Lo zoccolo duro della squadra deve rimanere, certo mi piacerebbe vedere nuovamente in azzurro Casale che reputo un ottimo centrale (anche se dubito che il Verona ce lo lasci) e Matos che può dare più valore aggiunto in A rispetto alla B.
    Su Sabelli c’è da capire cosa vuol fare il ragazzo …. per me farebbe il titolare in A a Empoli.
    I sacrificabili? in attacco sicuramente Olivieri e forse Moreo (per un giocatore di categoria), in difesa Pirrello.
    Viti per me già pronto per la prima squadra …. un certo Bergomi a 19anni ha vinto un mondiale, lui può giocare in A.
    Se tutto rimane com’è, 5 innesti (2 difesa, 2 centrocampo, 1 attacco) e proviamo a giocarcela, ma devono essere giocatori da Empoli e non prime donne a fine carriera.

  4. Ma se il Chievo o la Reggiana fanno ricorso, noi rischiamo qualcosa?…

    Quanto alla partita col Lecce mi auguro un approccio simile a quello di Salerno, ma con più cinismo sotto porta.
    A me il cinismo dimostrato dalla Salernitana fa un po’ paura in ottica A perché non vorrei che si dimostrasse la modalità migliore per ottenere risultati e salvezza.
    Ho ancora negli occhi il bel calcio proposto due anni fa, ma anche i clamorosi errori davanti alla porta che poi contribuirono a condannarci.
    Mi auguro che Società e Mister da questo punto di vista migliorino le nostre qualità.
    Vero è che molto lo fa la qualità dei singoli che hai a disposizione…

    • Il Chievo potrebbe anche vincere a tavolino, ma non ci toglierebbe né la promozione, né il primo posto. Quanto alla Reggiana, sono stati ingenui, se la devono prendere con lo stessi e basta…
      Comunque credo che non cambierà nulla.

  5. Secondo me Cuorematto alla lunga giocare a pallone da più possibilità di risultati. Nel calcio moderno dei 3 punti a vittoria il catenaccio alla Castori rischia di pagare poco . 2 anni fa parliamoci chiaro, alla fine sri retrocesso per mezzo punto, nonostante gli errori, e ci puole stare. Con gli errori che può aver commesso anche lui, ma senza l esonero del nonno ci si salvava. E la spiegazione di quell esonero l ha spiegata Alessio Cocchi quando Butti gli disse che avevamo secondo loro una squadra da uefa. Eccolo l errore. Perché una squadra terz ultima che deve solo salvarsi non manda via l allenatore, una che pensa di dover essere 6 7 posti più in alto si. Sempre profilo basso a Empoli sennò è finita. E provare a giocare a pallone

  6. Montipo’
    Sabelli Luperto Casale Parisi
    Stulac Frattesi Haas
    Bajrami
    Mancuso Pinamonti

    Co’ una formazione simile…. avresti paura della Salernitana?

  7. Se con il Lecce facesse giocare come dice PE, la formazione titolare, sarebbe segno di poca serietà, e sportività perchè con la Salernitana hanno giocato tutte le riserve.quindi anche con il Lecce devono giocare tutte o quasi le riserve,tanto per noi non cambia nulla, è solo questione di serietà e regolarità del campionato.

  8. Puoi invertirlo con Haas…
    È enormemente maturato, Frattesi, a Monza: campionato fantastico! Fossi la società….se volessi fare un sacrificio, lo farei per lui. Il gol di Pisa non si dimentica.

    • Risposta a Piero:avere impiegato le riserve mi sembra logico, anche per farle giocare. Quello che di continuare perdere col Lecce mi sembrerebbe meno logico. Ma farà il mister. Quanto a Claudio: ma tu pensi che il Monza te lo ridia? Se ha giocato bene se lo tiene. I soldi li ha. (fatti come?)

  9. Vincere per suggellare il campionato perché arrivare a un punto dalla salernitana sarebbe bugiardissimo. Superiori anni luce ed anche ieri s’è visto di brutto. I granata devono ringraziare che i nostri avevano la pancia piena e la testa un po arzilla di champagne altrimenti ne prendono tre.

  10. Tanto x c@zzeggi@re mi sono appuntato alcuni nomi tra A e B.
    Rodriguez (Lecce)
    Sabiri (Ascoli)
    Valoti (Spal)
    Pavoletti (Cagliari)
    Forte (Venezia)
    Cerri (Cagliari)
    Iemmello (Frosinone)
    Brugman (Parma)
    Alcuni attaccanti con le stesse caratteristiche di La Mantia.
    Mi manca qualcuno per la difesa

  11. A questi punti, anche per serietà e per non fare torti a nessuno (Lecce, Monza), non credo che la formazione si discosterà tanto da quella di Salerno; quindi Fiamozzi, Viti, Damiani, Crociata e Bandinelli in campo. Poi non credo che il Lecce abbia da chiedere tanto a questa partita, ormai è destinato ad arrivare quarto, solo per suoi demeriti

  12. La gara con il Lecce è diversa da quella con la Salernitana. Il Lecce è fuori dalla A diretta. Quindi puoi fsr giocare anche Furlan x esempio. Secondo la gazzetta l allenatore della Salernitana si sarebbe arrabbiato con Dionisi perché vedeva Secondo lui troppo impegno dei nostri. Questo dimostra che noi regali non se ne è fatti. Ovviamente l adrenalina e la garra che avevano loro noi già scarichi non la potevamo avere. Ritornando al Lecce, penso si possa fare una una gara e chiedere al meglio. Ovviamente Mancuso dentro, non si sa mai possa fare una doppietta e agganciare Coda.

    • Lasciamo stare quello che riporta la gazzetta, l’allenatore in seconda della Salernitana non poteva dire altro che quello sapendo bene di mentire; il regalo gli s’è fatto, schierando molte riserve e soprattutto giocatori giovanissimi e con poca esperienza; ma va bene così.
      Va bene anche schierare Mancuso per la classifica cannonieri, ma se schieri la squadra di Salerno, al gol non ci arriverá mai; per cui lasciamo perdere.

  13. Ci sono dei giovani della Roma ( Darboe e Zalewsky ) e della Juve ( Fagioli ) che farebbero il caso Nostro oltre a Sabiri , Bajic e Saric dell Ascoli , mazzitelli del Pisa e Kone del Cosenza

    Serve un centrale difensivo forte ed esperto con un portiere da serie A , mio resto giovani come ho evidenziato sopra che sanno calciare punizioni e risolvere le palle da fermo ( cosa che non abbiamo da tempo )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here