Si è giocata la 37° giornata del campionato di Serie B e altri verdetti sono stati emessi. Dopo l’Entella, retrocedono in C anche Pescara, che lascia la B dopo 11 anni, e la Reggiana.

Partendo dalle posizioni di alta classifica la Salernitana batte l‘Empoli già matematicamente in Serie A ed è a un passo dalla promozione. Solo il Monza mantiene il passo travolgendo il Cosenza 3-0 con le reti siglate da tutti i giocatori subentrati nella ripresa. Ancora protagonista Balotelli, autore di una rete e un assist. Salernitana seconda a quota 66, Monza a quota 64. Decisiva l’ultima giornata in programma lunedì con la Salernitana in campo del retrocesso Pescara mentre il Monza attende in casa il Brescia, ancora in corsa per un posto play off trascinata dalle reti di Aye, oggi autore di una tripletta al Pisa. Rallenta vistosamente il Lecce, fermato dal pari interno con la Reggina. Per la squadra salentina un punto in tre partite, a questo punto potrà guadagnarsi la promozione solo attraverso i play off. Per quanto riguarda la lotta per entrare nei play off ci sono tre squadre appaiate con 53 punti, Chievo, Brescia e Spal. Una di queste rimarrà fuori. L’impegno più difficile è quello del Brescia impegnato a Monza.

Per quanto riguarda la lotta salvezza, detto della retrocessione di Entella, Pescara e Reggiana, difficilmente si vedranno disputate i play out. Attualmente tra la quart’ultima e la quint’ultima ci sono 7 punti di differenza e per disputare il play out la differenza deve essere inferiore a 5 punti. Incredibile coincidenza del calendario, nell’ultima giornata è in programma lo scontro salvezza Pordenone-Cosenza, squadre che occupano proprio quelle due posizioni. Solo con la vittoria il Cosenza può evitare la retrocessione diretta. Altra grande vittoria dell’Ascoli che sconfigge il Cittadella con un secco 2-0. Davvero ottimo la parte finale dei bianconeri, rivitalizzati dopo l’arrivo in panchina di Sottil. Terminano in parità le sfide FrosinoneVicenza e VeneziaPordenone.

Appuntamento a lunedì alle ore 14:00 per l’ultima giornata del campionato di Serie B per emettere tutti i verdetti definitivi, in attesa dei playoff e dell’eventuale play out.

14 Commenti

  1. Contrariamente a quanto pensavamo solo 1 mese fa, Empoli Lecce non avrà nessun senso, nessun valore. A mio avviso quest’anno la differenza è stata fatta dai Mister in positivo (Dionisi e Zanetti) in negativo (Brocchi e Corini) ….. squadre qualitativamente superiori gestite da autentici incapaci…. meglio per noi…. e in questo c’è molto merito della società …. il tutto condito da un “gruppo vero, autentico”, forse uno dei migliori di sempre.
    Ho vissuto tutte le promozioni, ma questa ha un sapore speciale!!!!

  2. Corini incapace non direi, il Lecce ha alternato periodi di calo con periodi di gran calcio. Se non ricordo male ha fatto un filotto di sette vittorie consecutive esprimendo un bel gioco. La nostra forza è stata la determinazione nel non perdere e tutti quei pareggi, che hanno fatto mugugnare tanti qui dentro, son stati la nostra forza mentale e il bottino necessario per vincere il campionato con tre giornate di anticipo

    • Ma hai letto la rosa del Lecce? il filotto ci sta, quando hai i “migliori”, ma il manico si vede quando conta e nelle ultime quattro partite è passato dal 2° al 4° posto, è la chiara dimostrazione che il tecnico non è assolutamente capace. Idem Brocchi.

    • Tu l’hai detto. Ricordo anche io quanti si lamentavano dei pareggi in serie, ma basta guardare le prime quatto; vittorie, pareggi e sconfitte per ognuna, e si capisce. Mi dispiace averne perse altre due nell’ultime tre partite, avremmo potuto finire con una sola sconfitta (e come si è evoluta) il campionato, perché, alla resa dei conti, con Ascoli e Salernitana siamo stati noi a non aver giocato, altro che squadre in forma e/o motivate.

  3. Si ma alla fine Zanetti è meglio di Dionisi, con gli stessi giocatori ha fatto meglio ,
    O forse è come dico io , e stato bravo lui a scegliere Empoli!
    E come dice un detto carta canta, non c’è ne un se ne un ma ,forse o magari

    • Grande ENRICO mi mancava un tuo commento irriverente che sminuisce il buon Dionisi. Te si che te la fai prende bene.
      Cmq se non ricordo male hai scritto più volte che Dionisi s’è ritrovato la strada spianata dai suoi predecessori, per Zanetti non ve lo stesso?

      • Strada spianata da chi? da Bucchi, Muzzi e Marino…. da Iachini…. siamo seri, il Mister è bravo, può sbagliare come ogni giovane, ma è bravo!!!!

      • A parte non lo ho detto , ma dal Corsi magari lho detto , siete voi che vedete il male
        Io guardo ai fatti ,carta canta
        ZANETTI a Venezia ha fatto meglio…
        Vi prude il culo ?
        Mangiate più sano , e trombate di più

        • Non tu l hai detto ma tu l hai scritto, più di una volta sicchene stai rilassato enjoy your self e sputa meno veleno se cela fai

        • Il discorso torna eccone…. Zanetti ha approfittato del lavoro fatto da Dionisi, Dionisi, in parte quello di Marino, ma in questa promozione c’è molto del Mister.
          Un certo Giampaolo approfittò del triennio di Sarri….. e l’onda lunga arrivò a Nonno….

  4. Il Lecce avrà anche i “migliori” giocatori della serie B, ma quando si ha una difesa a livello delle peggiori del campionato, si va poco avanti; difesa capitanata da quel Lucioni, risultato positivo al test antidoping e squalificato ai tempi del Benevento nella sua prima serie A; un bell’elemento davvero !!!

    • E infatti, la fase difensiva è frutto del lavoro quotidiano….. e lì capisci il lavoro del manico ….. tutti confermate quello che dico cioè che molto di questa stagione è attribuibile a Alessio Dionisi.

      • Nessuno mette in dubbio i meriti di Dionisi, ma dobbiamo anche sottolineare la bravura dei nostri difensori, nonostante quel che si dica.
        Ritornando al Lecce, non credo che le colpe siano tutte di Corini; non basta avere una rosa di giocatori noti, che hanno giocato anche in A; occorre avere grinta e voglia, e non l’ho vista nelle partite del Lecce, se non negli ultimi minuti proprio con noi; mi sembrava di rivedere l’Empoli dell’anno scorso, giocatori con poca voglia di soffrire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here