Come ogni anno, dopo la fine della stagione, andiamo a redigere il nostro pagellone finale. Ovviamente verranno presi in esame i calciatori in rosa all’ultima giornata di campionato.

BRIGNOLI: 7 Se escludiamo la clamorosa svista di Cittadella, il portiere titolare azzurro si è sempre ben distinto, rendendosi anche protagonista di alcune parate che in due/tre occasioni hanno salvato il risultato.

FURLAN: 6,5 Nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa ha saputo rendere al meglio dimostrandosi un valido secondo

CAMBIASO: S.V: E’ il giocatore che meno abbiamo visto e, di conseguenza, capito. La sensazione, non possiamo andare oltre questa, che non fosse ritenuto ancora pronto ma la sua stagione non è giudicabile.

CASALE: 6,5 Qualche errore che è costato il gol, lo ha fatto. Nel complesso però l’ex Venezia ha saputo rendere bene, crescendo nel corso della stagione e – seppur non giocando tantissimo – ha saputo coniugarsi bene con i compagni

FIAMOZZI: 6,5 Porta a casa la pagnotta giocando nel complesso una stagione positiva. Forse dalla sua esperienza ci si aspettava qualcosa in più perché alcuni passaggi a vuoto ci sono stati ma, in questa serie B ha dimostrato di essere di valore.

NIKOLAOU: 7 La stagione del greco è stata una piacevole sorpresa. Alla viglia era sicuramente uno degli elementi su cui c’era minor convinzione, invece Nikolaou si è dimostrato spesso fondamentale ed alla fine i “passi falsi” sono stati pochissimi.

PARISI: 7,5 Difficile chiedere di più al suo primo anno di serie B. Tenuto nascosto (con i perché del caso) nella prima parte della stagione, quando chiamato in causa ha fatto vedere cose davvero interessanti, maturando pian piano anche nella fase difensive.

PIRRELLO: S.V. Se escludiamo la gara pareggiata in casa con il Pescara (dove non fu sufficiente), per lui ci sono soltanto cinque comparsate.

ROMAGNOLI: 7,5 La stagione del capitano è stata davvero sugli scudi. Un capitano particolare, visto anche il suo carattere mite, ma ha saputo interpretare bene il ruolo e sul campo ha messo dentro tutta la sua esperienza (coniugata alle qualità) conquistando l’ennesima promozione personale.

SABELLI: 6,5 Arrivato a gennaio, quando chiamato in causa ha sempre risposto presente dimostrando il suo valore e dimostrandosi pronto anche per la categoria superiore.

TERZIC: 7 Alla fine la sua stagione è davvero propositiva, ma la sensazione è che gli abbia fatto bene la concorrenza con Parisi. Fino all’impiego dell’ex Avellino palesa molta discontinuità, dopo invece trova linearità nelle sue positive prestazioni.

VITI: S.V. In esame soltanto la positiva gara giocata a Salerno e la coppa Italia. Se guardiamo solo a quelle il voto è alto, ma in un giudizio stagionale non può esserci.

BAJRAMI: 8 Stagione strepitosa per lo svizzero, il 4-3-1-2 calza davvero a pennello per esaltare le sue caratteristiche. Chiude mettendo a segno 5 gol fornendo la bellezza di 7 assist ai compagni. I suoi strappi nella metà campo avversaria sono stati spesso devastanti, dimostrando di essere una spanna superiore alla media della B.

BANDINELLI: 6.5 Annata pesantemente condizionata dall’infortunio subito a Chiavari contro la Virtus Entella. L’ intervento chirurgico e la successiva complicata ripresa. Tuttavia quando è stato impiegato, nella prima parte del torneo e nelle ultime partite ha fatto bene, facendo registrare una crescita rilevante rispetto allo scorso anno.

DAMIANI: 6 Non ha molto spazio per potersi esprimere il classe ’98 alle prese con una concorrenza molto agguerrita. Quando Dionisi lo mette nella mischia risponde presente dando il suo contributo alla squadra.

CROCIATA: 6.5 Non facile inserirsi in una squadra che funziona in maniera eccellente. Tuttavia ha il merito di sfruttare le occasioni concesse dal tecnico Dionisi. Spesso entra a partita in corso, dimostrando di avere la concentrazione e la mentalità giusta per incidere tutte le volte che viene schierato

HAAS: 7.5 Si è mostrato efficace e pungente quando spingeva nella metà campo avversaria. Efficace sotto porta, 4 reti ed altrettanti assist testimoniano il peso che ha saputo fornire alla fase offensiva. Allo stesso tempo non si è mai tirato indietro per aiutare i compagni in fase di copertura.

RICCI: 6.5 Nell’assembramento che c’era in mezzo al campo è stato sacrificato spesso, ma non si è perso d’animo rispondendo alle sollecitazioni del tecnico quando veniva chiamato in causa dimostrando maturità e professionalità. Le due reti e i 4 assist messi a referto ne sono la dimostrazione lampante.

STULAC: 8 Uno dei giocatori ad esser cresciuto maggiormente rispetto alla scorsa stagione. Prende confidenza del centrocampo al punto di esserne l’assoluto punto di riferimento, mette in mostra la qualità e la visione della porta come testimoniano i 3 gol e 7 assist. E’ il giocatore ad avere più minuti nelle gambe ben 3117′ minuti. A questi numeri bisogna aggiungere una grande attenzione alla fase difensiva bilanciando così la squadra.

ZURKOWSKI: 7 Consistenza, quantità e fisicità al servizio della squadra quando veniva chiamato in causa. Non solo corsa ma anche spinta in fase offensiva quando si presentava la possibilità, segna una delle due reti stagionali nel derby di Pisa permettendo agli azzurri di pareggiare una gara non semplice.

LA MANTIA: 7 In alcune partite sbaglia qualche gol di troppo, ma non fa mai mancare il suo apporto in avanti e segna gol importanti. In crescendo il finale di stagione, che gli permette di raggiungere la doppia cifra.

MANCUSO: 8 Il faro dell’attacco dell’Empoli dall’alto dei suoi 21 gol. Manca soltanto una volta, che combacia con una delle tre sconfitte azzurre. Leonardo ha suggellato un’ottima stagione e ora sembra pronto a esordire, a 29 anni, in Serie A.

MATOS: 7.5 La vera sorpresa di questa stagione. Arriva a fari spenti, come quarta punta, ma scala presto le gerarchie entrando nelle rotazioni di mister Dionisi. Fondamentale il suo apporto in alcune partite, anche da subentrato non sfigura mai.

MOREO: 7 A inizio anno si adatta nell’inconsueto ruolo di trequartista e consente a Dionisi di alternarlo, con profitto, a Bajrami. Seconda parte di stagione un po’ più in sordina, ma è pur sempre un jolly prezioso da utilizzare in moltissime occasioni.

OLIVIERI: 6.5 Quando viene impiegato non fa mai mancare la sua grinta e la sua tenacia. Si rivela una freccia preziosa all’arco del mister, soprattutto in quelle gare in cui c’è bisogno della sua sfacciataggine.

MISTER DIONISI: 9 Come detto spesso, ha il primo grande merito di rivitalizzare un ambiente che sembrava scosso dall’annata precedente. Crede ciecamente nel gruppo dei giocatori, infondendogli la fiducia necessaria per affrontare il campionato. Dal punto di vista tecnico porta freschezza e novità puntando su un modulo caro alla società ma molto amato anche da lui. Per lui parlano i numeri: metà delle partite vinte, solo tre perse. Meglio di così era davvero difficile fare.

DIRIGENZA: 9 Una stagione praticamente perfetta. La società ha capito dove ha sbagliato nelle stagioni precedenti ed ha fatto tesoro di questo dimostrando intelligenza. Giuste le conferme di alcuni giocatori, perfette le scelte dei nuovi che hanno puntellato al meglio il gruppo. Ovviamente la caparbietà con quale si è voluto questo allenatore ha dimostrato che ci hanno visto lungo. Ottimo anche l’approccio a livello comunicativo, tornando a somigliare molto di più all’Empoli che era e che si era perso negli ultimi anni.

25 Commenti

  1. Brignoli 6,5
    Furlan 7
    Cambiaso 6, 5
    Casale 7
    Fiamozzi 6,5
    Nikolaou 6,5
    Parisi 8
    Pirrello 6
    Romagnoli 7
    Sabelli 7, 5
    Terzic 6,5
    Viti 7,5
    Bajrami 8
    Bandinelli 7,5
    Crociata 7
    Damiani 6, 5
    Haas 7, 5
    Ricci 6,5
    Stulac 7
    Zurkowski 7
    La Mantia 7
    Mancuso 8,5
    Matos 8
    Moreo 7
    Olivieri 6, 5

    Dionisi 8

    Dirigenza 9

    • La prima parte di stagione moreinjo è stato il valore aggiunto e il trascinatore giocando da trequartista che è un ruolo non proprio suo. Mi trovo d’accordo con la redazione.
      Trovo caso mai un po’ bassi i voti degli altri tre che hai nominato, soprattutto per la stagione che ha fatto bandinelli fino alla giornata dell infortunio

      • Sono d’accordo con te, almeno dovrebbero essere a pari, Bandinelli qualcosa di più. Da questi voti sembra che si è raggiunto l’obiettivo stagionale, ovvero i play-off, quando in realtà abbiamo vinto e dominato il campionato. Questo è il mio parere, voti troppo bassi..

  2. Brignoli 7.5
    Sabelli 6.5
    Fiamozzi 6.5
    Casale 7.5
    Romagnoli 7
    Nikolau 7
    Parisi 8
    Terzic 7.5
    Cambiaso 6
    Haas 8
    Zurkowsky 7
    Ricci 6.5
    Stulac 7.5
    Crociata 6
    Bandinelli 7
    Moreo 7
    Barjami 8.5
    Mancuso 9
    La mantia 7.5
    Olivieri 7
    Matos 7.5

    Dionisi 9.5

  3. Redazione se considerate il salvataggio finale a reggio emilia di Viti penso che un voto ( propendo per un 7 )si possa attribuire, se entrava quella palla anche tante certezze sarebbero venute meno, credo sia giusto dar merito al ragazzo!

  4. Brignoli 7.5
    Sabelli 7,5
    Fiamozzi 6.5
    Casale 7.5
    Romagnoli 6,5
    Nikolau 7
    Parisi 7,5
    Terzic 7.5
    Cambiaso 6
    Haas 8
    Zurkowsky 7
    Ricci 6.5
    Stulac 7.5
    Crociata 6
    Bandinelli 6,5
    Moreo 6,5
    Barjami 8.5
    Mancuso 9
    La mantia 6,5
    Olivieri 6,5
    Matos 7.5

    Dionisi 8

  5. Sembra che tutto il merito della promozione sia di quelli che stanno fuori. Non mi pare intellettualmente giusto. In campo ci vanno i giocatori che hanno tirato la carretta con una continuità straordinaria.

    • 9 calciatori appena sopra la sufficienza. Forse la redazione si è confusa con la rosa di altre squadre tipo il Cittadella il Chievo.

  6. Non voglio esprimermi su tutti, solo due appunti:
    Cambiaso minimo 6,5 ( fresco, dinamico, imperfetto come tutti i giovani, coraggioso)
    Bandinelli 8,5 (prima parte da 10, immarcabile, continuo, seconda parte da 7 perché condizionata dal rientro).

  7. Poteva mancare la famosa manina di Pianeta Empoli? Dare appena sopra la sufficienza a Pippo Bandinelli è una vergogna. L’unica cosa positiva è che S’Ostina, che non ne ha mai azzeccata una, ha confermato il 6,5

    • 6,5 per un giocatore che ha perso più di metà del campionato mi sembra un voto corretto. Stiamo parlando di un giocatore che ha fatto buone prestazioni nella parte centrale del girone di andata, finchè c’è stato, ma che non fa la differenza,visto che senza di lui i risultati e le prestazioni sono arrivati lo stesso… Diciamo che ad un certo punto è mancato numericamente più che qualitativamente.
      Anticipo l’obiezione su Sabelli arrivato a gennaio… lui merita un punto in più e di essere al livello dei migliori perché il suo arrivo in effetti ha fatto la differenza per noi sulla destra e sarebbe un titolare in Serie A… Bandinelli al momento non penso proprio.

      • No no, non scherziamo, la differenza l’ha fatta e come! Ha fornito quantità assurde di assist e quando è venuto a mancare l’Empoli ha perso equilibrio faticando molto per ritrovare il giusto assetto. Più nel gioco che nei risultati.
        Meno male il mister e la disponibilità dei ragazzi hanno messo una pezza e l’equilibrio è tornato, ma dal punto di vista del gioco le prime giornate senza Bandinelli si sono fatte sentire.

  8. Si tende a ricordarsi più di quanto fatto nell’ultima parte di stagione che nelle prime partite, voti di moreo e bandinelli su tutti. Aggiungo che per fare una cosa ancora più equa avrei dato 7 ad entrambi. Che per impiego e importanzanza alla causa potevano avere lo stesso voto di matos (presente con ingressi saltuari, ma ci si ricorda più dei suoi gol, che hanno chiuso la stagione)

    Viti si merita un 6 (“politico”) per il gol salvato a Reggio Emilia più che un Sv.

  9. Tanto per giocare un po’…., e soprattutto per riconoscenza verso questo gruppo che ha vinto con merito il campionato:
    Brignoli 7
    Sabelli 8
    Fiamozzi 7,5
    Casale 7,5
    Romagnoli 7,5
    Nikolau 7,5
    Parisi 7,5
    Terzic 7.5
    Cambiaso 7
    Haas 8
    Zurkowsky 7
    Ricci 7,5
    Stulac 7.5
    Crociata 7
    Bandinelli 7,5
    Moreo 7
    Barjami 8.5
    Mancuso 9
    La Mantia 7,5
    Olivieri 7
    Matos 7.5

    Dionisi 9

  10. Nella prima parte della stagione Bandinelli era stato il migliore centrocampista,di gran lunga.Instancabile ed autore anche di diversi assist.Come come l’inizio straordinario di Moreo è stato fondamentale perché partire bene per un gruppo che veniva da un’annata come quella scorsa,ha rappresentato tantissimo perché aumentava l’autostima e la consapevolezza del gruppo.Una parola di elogio a Romagnoli per me autore di una grande annata.Sui social sono stati ingigantiti dai soliti bubboloni le poche partite dove ha commesso qualche errore.Io invece gli ho visto fare partite straordinarie anche contro le sue caratteristiche “naturali “.Un ragazzone di oltre 1,90 si è ritrovato spesso a difendere a 40 metri dalla linea di porta,con tanti allenatori avversari che impostavano la partita sul lancio lunga sulla punta veloce.Ovvero il tipo di movimento più difficile per un centrale altissimo come il ns.capitano che invece se l’e’ cavata spesso alla grande.

    • Sono d’accordo sul campionato disputato da Romagnoli … ragazzo fin troppo bistrattato da alcuni tifosi per le due o tre espulsioni che ha ricevuto … quando invece in area di rigore … e non solo lì, ha messo la sua esperienza a favore della squadra … e son sicuro che anche in A saprà dire la sua … anche più di un eventuale Casale o di un Nikolaou. Mettiamogli a fianco un altro centrale con i controfiocchi e poi son sicuro che con Sabelli e Parisi sui lati … la difesa farà il suo dovere. Comunque … come in serie B avevamo alternative in panca per sostituire i titolari … anche in A … non dovremo essere da meno … percui ok lanciare qualche giovane interessante soprattutto quando la partita lo permette, ma dovremo avere in rosa 22 giocatori forti su cui mister Dionisi possa attingere come ha fatto quest’anno … Non sta certo a me dire chi, nella rosa di quest’anno, sarà meglio che continui a far esperienza in B … però da semplice tifoso mi aspetto quei 3 o 4 rinforzi giusti e al posto giusto … poi gran parte della rosa merita conferma e con la speranza che alcuni prestiti, visto il passaggio dalla B alla A ci vengano riconfermati ………..

  11. Daccordo su Romagnoli. I due o tre errori commessi sulla punta veloce avversaria, non sono stati solo per demerito suo.
    Su Parisi titolarefisso in serie A, io ci andrei piano; il ragazzo è un giovane promettentissimo, ma ancora acerbo per la massima serie, e non possiamo permetterci di bruciarlo subito.
    Mentre Nikolaou, credo che sia pronto per giocarsi tutte le sue carte, e non lo crederei assolutamente.
    Sabelli, dall’altra parte, se rimane, è una sicurezza.

  12. Ragazzi quando date i voti se non vi ricordate tutti i componenti della rosa aprire un giornale o empoli fc…
    Furlan e Damiani hanno giocato e dato il loro contrubuto…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here