Ieri alle ore 20 è stato dato il classico stop alle trattative con la chiusura del calciomercato invernale. Un mercato che ha visto sicuramente l’Empoli tra le protagoniste, se non LA protagonista numero uno. Sono arrivati nove giocatori, se ne sono andati in otto: insomma, un viavai probabilmente necessario, vista la delusione della prima parte di stagione.

Adesso è chiaro che sarà il campo a dirci se l’Empoli riuscirà a uscire dalla melma in cui si è impantanato. Le buone intenzioni ci sono, starà al nuovo tecnico Marino infondere agli azzurri quella tranquillità e quella serenità che sembrano perdute. Per l’ex tecnico di Catania e Udinese non sarà un compito facile, molto dipenderà dalla sua fame ma anche dalla facilità con cui riuscirà a “entrare” nella mente dei suoi giocatori.

Il primo avversario di Marino sarà un Crotone indebolito dalle assenze ma rafforzato dalla posizione di classifica. Molto probabilmente si andrà avanti col 4-3-3, marchio di fabbrica di Marino, ma come detto dallo stesso allenatore azzurro non è un problema di modulo, quanto di posizionamenti. La squadra dovrà dimostrare di saper lottare, contravvenendo all’ultima abitudine di giocare solo di fioretto.

Da oggi comincia un nuovo campionato. Che si spera possa portare all’Empoli quello che non si è visto finora. Il compito di Marino sta per cominciare.

11 Commenti

  1. Vero, oggi è come il primo giorno di scuola.
    Questa settimana mi pare che ci sia stato un bel reset complessivo, da parte di noi tifosi credo che ci sia molta speranza e una voglia di normalità che finora è mancata.
    Il Mister mi conferisce la serenità di chi ne ha viste tante, nello stesso stile di nonno Aurelio, che tranquillizzò prima noi tifosi e poi la squadra.
    In bocca al lupo azzurri, oggi si riparte!!!!!

  2. Non vorrei che si dimenticasse che il Crotone é ad un punto dal secondo posto, che é terzo in classifica e quindi in piena lotta per salire direttamente in A. Come non dimenticherei che ha 10 punti più di noi in classifica. Questo per dire che la partita sarà molto complicata e non una passeggiata come forse a qualcuno può sembrare. Per niente scontati i 3 punti senza una super prestazione!

  3. Quanto al primo avversario di Marino è vero che sarà il Crotone, ma viene subito dopo l’avversario principale: “La capoccia dei nostri giocatori”. Basta con le paure, basta con le prestazioni da 45 minuti e anche meno. D’ora in poi al Castellani, arrivi chi arrivi, gli avversari vanno messi ai paletti per 80 minuti almeno e in maniera più continuativa possibile. Cosa che purtroppo non si è mai vista se non con il solo Perugia. Nelle altre partite anche le squadre meno forti son venute a dettare legge al Castellani, dimostrandosi molto più squadra di noi. In casa siamo noi che dobbiamo far valere il fattore campo!

  4. Inizia un nuovo campionato anzi deve iniziare per forza. Adesso non ci sono più alibi per nessuno.
    Occhio a questo crotone che anche con le assenze rimane comunque temibile.
    Considerando il girone di andata è un mezzo miracolo essere solo a 10 punti da loro.

  5. Uso le parole del Mister: “Ripartiamo dalle cose semplici”!!!!!! Forza Azzurri, forza Empoli …. oggi è tempo di tirare fuori gli attributi: squadra, mister, tifosi, città!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here