La 17° giornata del Campionato Primavera 1 vede privarsi di due partite causa Covid: rinviate Juventus-Empoli e Cagliari-Bologna per la positività al tampone di alcuni membri tra giocatori, staff e dirigenti. È un campionato particolare, lo sapevamo, che trova difficoltà a non lasciarsi indietro partite da recuperare. Per quanto riguarda il calcio giocato, invece, non sono mancate le sorprese.

Il Genoa raggiunge l’ottavo risultato utile consecutivo vincendo in casa contro la capolista Roma. I rossublù sbloccano la partita con il solito Kallon che al 22′ trafigge Mastrantonio con un colpo di testa all’angolino. Momento di forma strepitoso per l’attaccante della Sierra Leone che trova il sesto gol in campionato. I giallorossi, più volte pericolosi, non riescono a pareggiare e recriminano un rigore per l’intervento dubbio di Agostino in uscita scomposta su Tall.

La Sampdoria approfitta del passo falso della Roma e raggiunge i giallorossi in cima alla classifica con uno schiacciante 4-1 in casa della Lazio. Bel gioco, terzini che si mettono in mostra e due doppiette di Di Stefano e Prelec chiudono i conti per mister Tufano che ha ricevuto in settimana gli elogi anche di Claudio Ranieri. I biancocelesti, ancora visibilmente scossi dalla scomparsa del compagno Daniel Guerini, accorciano le distanze a fine primo tempo per affondare definitivamente nella ripresa. Una settimana difficilissima in casa Lazio, in cui non si poteva chiedere di più.

La partita tra Inter e Spal riassume bene il periodo di due squadre che non sanno più vincere. 0-0 il risultato in un match povero di occasioni, tra cui un gol divorato da Fonseca e un’ottima risposta di Stankovic su Moro. Due punti importanti lasciati dai nerazzurri che comunque accorciano sulla Roma distante solo quattro lunghezze. Un punto ben più prezioso per la Spal, conquistato in uno dei campi più difficili del campionato e che interrompe la striscia negativa di tre sconfitte consecutive.

Il Sassuolo vince 1-0 in casa contro il Torino e raggiunge la Juventus quarta in classifica. Per un cambio di rotta, in settimana è stato esonerato l’allenatore granata Cottafava sostituito da Coppitelli, tornato alla guida della squadra dopo aver vinto una Coppa Italia e Supercoppa nel triennio 2016-2019. A sbloccare il risultato ci pensa Artioli con un bolide da fuori area che si insacca sotto l’incrocio. Decisivi i due portieri con delle splendide parate che bloccano il risultato fino al triplice fischio dell’arbitro. Per il Torino, penultimo in classifica, si tratta della quarta sconfitta consecutiva.

Finisce 1-1 lo scontro tra Atalanta e Milan. I rossoneri passano in vantaggio con il secondo gol stagionale del difensore greco Nikos Michelis che su calcio d’angolo colpisce di testa e trova una parabola vincente. È sempre da corner che l’Atalanta trova il pareggio con Gyabuaa nel finale di partita. Un punto condiviso con la stessa posizione in classifica, in attesa del prossimo avversario, l’Empoli per i nerazzurri e la Juventus per i rossoneri.

La Fiorentina vince contro l’Ascoli per 5-2. Fiorini dal dischetto, un autogol e la tripletta di Spalluto chiudono in conti in un partita dominata fin dall’inizio. I piceni trovano il gol del momentaneo 1-1 nei primissimi minuti e segnano nel finale su calcio di rigore. Per i viola, grande ingenuità di Giordani e Munteanu che si fanno espellere gratuitamente e salteranno così la delicatissima trasferta contro la Roma. Per l’attaccante rumeno sono addirittura tre i turni di stop decisi dal giudice sportivo e, stravolgimenti del calendario a parte, dovrebbe saltare anche le sfide contro Cagliari ed Empoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here