Ha parlato quest’oggi, in presentazione alla sfida che si giocherà domani in casa contro il Trapani, il tecnico azzurro Pasquale Marino.

La conferenza stampa si è svolta a porte chiuse, senza la presenza dei giornalisti. Le domande fatte al mister sono però state consegnate dalla stampa locale (tra cui Pianetampoli.it) all’ufficio stampa azzurro – che ringraziamo- che ha realizzato il contributo video.

13 Commenti

  1. C’è concorrenza nel mezzo e davanti, giocano i più bravi e i più in forma ….. poi chi ha giocato di più si riposa per almeno 1 tempo in panca …… chiarissimo. Il Mister non fa una piega e sconti a nessuno. Mi piace

  2. Ma Frattesi ha 20 anni ha bisogno di farlo riposare, non è mica Maietta, che tra poco ne ha 40, tutto questo trambusto nel far girare i ragazzi non sono sicuro che farà bene all’amalgama della squadra, per quanto riguarda il gioco, comunque fino a che i risultati danno ragione al mister fà bene a cambiare.

    • A vedere da come è entrato in campo ricci a Cremona direi che il turn over, fino a prova contraria, funziona

  3. La regola del mister è quella che non ci sono titolari, niente dogmi. Giocano i più in forma e i più bravi come ha scritto Riccardo. Le ultime prestazioni di Henderson non hanno convinto, così come da qualche partita non convince Frattesi. Ciò non significa metterli fuori, ma creare quel giusto amalgama di favorevole agonismo e attaccamento che fa bene alla squadra. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Con la Cremonese, calciatori come Bajrami e Bandinelli soprattutto, mi hanno impressionato come ai bei tempi: avevano il diavolo in corpo.

    • Certo, per carità, ognuno vede le cose a modo suo, ma dire che Frattesi è in calo mi sembra fuori luogo.
      Al netto di qualche egoismo, a Cremona per me è stato il migliore in campo dei nostri….

      • Capisco il partito preso ma Frattesi non ha bisogno di difensori d’ufficio. Poi se uno è sempre bravo allora non è mai bravo. Frattesi a Cremona era un fantasma, altrimenti ho visto un’altra partita.

    • Io credo invece che, a differenza di quanto sostenuto da qualcuno in questo sito, Marino si sia dimostrato un mister con le suddette ed abbia panchinato chi domenica contro il Pordenone si macchiò di supponenza, vedi Tutino, La Mantia mentre credo che lo scozzese lo abbia tenuto a riposo perché ultimamente poco lucido. Ovviamente il tutto per far passare il messaggio che tutti sono sul filo del rasoio e che nessuno può sentirsi arrivato. Discorso a parte x Frattesi che se gioca come sa giocare per la categoria rappresenta un lusso ed ha come attenuante la giovane età e di conseguenza va messa in conto una certa esuberanza..

  4. Il Mister, assenze forzate a parte … ha capito di avere una squadra di alto livello per la B E QUINDI MAN MANO CHE VEDE QUALCUNO IN FASE CALANTE, MAGARI ANCHE MENTALE E NON SOLO FISICA, visto il recupero di punti effettuato dopo 5 o 6 partite, turn over o meno, fa giocare chi è più in forma in questo momento … anche se è chiaro che una formazione titolare esiste … e anche nella sua testa. Detto questo ribadisco che dalle sue parole non credo che giocherà il polacco al posto di Frattesi … magari entrerà nel secondo tempo anche in considerazione che ad oggi non ha giocato nemmeno un minuto e domani approcciare bene la partita, soprattutto da parte del centrocampo …. è basilare!

    • Letto … ma credo che non ti puoi fossilizzare giocando sempre con i soliti quattro su entrambe la fasce sennò il giochino gli avversari dopo un po’ lo capiscono e ti impediscono il cross da fondo campo. Infatti Bajrami il goal del 3-2 lo ha segnato partendo centralmente … Il gioco d’assieme non deve esser mai prevedibile e certi movimenti sicuramente son studiati in allenamento e avallati dallo stesso Marino. Quanto a Tutino … non credo che Marino gli dica di giocare così esterno come fa e di sicuro lo vedremo prima o poi un po’ più dentro al campo. Perchè pur ottime le sue prime 3 partite è
      gia da un paio di partite (pur avendo segnato un grandissimo goal contro il Pisa)che non partecipa troppo all’azione offensiva.

  5. D’accordo con te sul variare le trame di gioco; ma è proprio qui il discorso, a noi mancano come il pane le penetrazioni centrali, perché come è successo con il Pordenone, una volta che ci hanno bloccato le fasce, non siamo riusciti a combinare niente. I nostri centrocampisti (Henderson, Frattesi o chi gioca) devono avere il coraggio di affondare centralmente (La Mantia però ci deve essere) e ciò costringerà le difese avversarie ad allentare la presa sulle fasce, con nostro grande vantaggio sui due lati dove siamo veramente forti. Ti ringrazio per la risposta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here