Era nell’aria, il ChievoVerona ha ufficialmente presentato ricorso contro la decisione di far giocare la gara contro l’Empoli. Un atto dovuto, secondo la società clivense, che vorrebbe ottenere lo 0-3 a tavolino. “La tesi, si legge su L’Arena, poggia sul doppio binario percorso dall’Empoli che s’è avvalso del canonico jolly per rimandare la precedente gara con la Cremonese per aver avuto più di otto positivi al Covid senza però accettarne le conseguenze, quindi giocare in ogni caso quella successiva anche con una rosa ridotta al minimo come recita il regolamento”.

La decisione verrà discussa dalla Corte d’Appello il prossimo lunedì con la gara in programma il martedì. La sensazione rimane che la giustizia abbia preso una strada ben precisa, ossia non sanzionare i club che sono stati fermati dalle Asl territoriali di competenza. Non ci resta che vedere a chi verrà data ragione tra il ChievoVerona e l’Empoli.

36 Commenti

  1. Campedelli la giustizia sportiva ti ha graziato già una volta con le plusvalenze false, non ti credere che ogni ricorso ti danno ragione….

    • Mi pare che per il problema delle plus valenze (dove ognuno fa quel che vuole) il Chievo abbia già pagato con la retrocessione, in seguito ai punti tolti dal giudice sportivo

  2. Ricorso legittimo… decisione della lega di calendarizzare la partita giuridicamente incommentabile, ma a mio avviso soprattutto inopportuna, visto che alimenta pensieri diciamo “strani” considerato che interesse ed obiettivo della Lega di serie B è che nessuna delle due squadre porti avanti il contenzioso magari andando anche oltre l’ambito sportivo creando non pochi problemi al campionato, mentre l’interesse… tale interesse sarebbe soddisfatto proprio in caso il recupero si concludesse con la vittoria dei clivensi.
    La società doveva opporsi alla calendarizzazione e pretendere di giocare solo in caso di ritiro del ricorso da parte dei veronesi o in caso contrario non prima della decisione del Consiglio di Garanzia del Coni.
    A me la decisione della Lega pare un trappolone…d’altronde la coincidenza di interessi con i nostri avversari è palese…non riesco a credere che nessuno abbia rilevato l’inopportunità di tale decisione.

    • …….ma trappolone de che……..!?? La Corte d’appello, visti i precedenti, non può che respingere il ricorso del Chievo e farà giocare la partita martedi 27. Non c’è altra strada.

      • Sulla fine che farà il ricorso del Chievo, almeno in ambito sportivo, siamo tutti daccordo…alla fine verrà respinto… Anche perché il collegio di garanzia del CONI non può smentire se stesso.

        Quando parlo di trappolone… parlo del fatto che un eventuale vittoria del Chievo…farebbe automaticamente concludere l’iter del contenzioso…con grande soddisfazione della Lega. Il Chievo ha interesse ad avere i 3 punti… la Lega ha interesse a che il Chievo vinca il recupero… quando due interessi coincidono… Per questo parlo di trappolone…di decisione inopportuna…e di ingenuità o superficialità del comportamento della nostra dirigenza.

        • Letto con interesse questa riflessione. Ora, se il Chievo presenta “ostinatamente” il ricorso la domanda che vi pongo è: dove vogliono arrivare? Perché è chiaro a tutti, dopo i precedenti di A e il caso Pescara che l’indirizzo è quello di recuperare le partite. Dove vuole arrivare Campedelli con questo polverone?

    • La decisione di fissare la data della gara non è giuridicamente incommentabile. È giuridicamente corretta. E assai opportuna.

    • Ti leggo, come leggo un po’ tutti i commenti dei tifosi Azzurri, e al di là degli sfottò (che a me non piacciono) ti ritengo una persona intelligente. Non uno stupido.

      Molto probabilmente sei anche un tifoso di lungo corso che segue l’Empoli da bambino (quindi dagli anni ‘80-‘90 come me).

      Certamente hai anche una tua natura di “Sebastian contrario” che ti porta spesso a evidenziare cose che gli altri non vedono (magari perché più superficiali). Alla fine, penso che tu voglia bene all’Empoli e, forse, nei tuoi ragionamenti c’è anche tanta scaramanzia (che va benissimo): pronostico il peggio è tutto ciò che viene di meglio è solo che guadagnato.

      In ogni caso ti rispetto e ti leggo sempre con attenzione.
      In questo caso, però, non riesco proprio a stare dietro al tuo ragionamento.

      Se la mossa del Chievo è solo finalizzata ad avere un allungamento dei tempi di recupero del match (per incontrare un Empoli già in A e disponibile a lasciare punti), posso capirlo. Ci sta. Fa parte del gioco (sebbene sporco).

      Se il Chievo, invece, fosse davvero convinto che fosse suo sacrosanto diritto ottenere lo 0-3 a tavolino… si dovrebbero vergognare e nascondere la testa sotto terra dal disonore.
      A questo punto mi auguro che vengano umiliati sul campo dagli Azzurri e derisi in tribunale (giustizia sportiva o civile che sia).
      Basta. Chiudiamo questa pagliacciata a tinte clivensi

      • No aspetta Zapata…forse sono stato un pò criptico…io non parlo del ricorso che sono convinto darebbe ragione a noi in tutti i gradi della giustizia sportiva…ma del fatto che una lega ha interesse che l’iter del contenzioso si chiuda velocemente… e l’unico modo è che il Chievo rinunci al ricorso… e il Chievo rinuncerebbe a proseguire il contenzioso solo se vince ad Empoli…insomma per parlare chiaro mi aspetto un arbitraggio stile Monza…Ferrara…e qualche altro…temo che ci faremo il sangue amaro.

        • X S’OSTINA:e se fosse che la Lega reagisce tipo Fia allo strapotere Ferrari anni 2000 e manda un arbitro casalingo x punire il pedante ed ostinato atteggiamento “ricorsista” del Chievo?
          La tua chiave di lettura disincantata e subdola potrebbe anche contemplare questa ipotesi.

          • A Nicola rispondo che la Lega da questa partita trae dei vantaggi solo se vince il Chievo… pertanto trovo sospetta la calendarizzazione incontro.

            Pensare che la lega sfavorisca il Chievo nel recupero di martedì con l’effetto solo di alimentare la furia ricorsista dei veronesi (magari anche oltre l’ambito sportivo… e lì non si sa cosa potrebbe succedere)…mi sembra un’ipotesi che più che disincantata definirei di un’ingenuità adolescenziale

        • Ah ok, ora ho capito. E sono d’accordo.

          Certamente se il Chievo la vince anche sul campo semplifica le cose a livello giuridico.
          Sarà una partita tosta, anche a livello disciplinare, con l’arbitro che si sentirà parecchio sott’occhio e “coinvolto”.

          Il Chievo è squadra da sempre scorbutica, pochissimo spettacolare (forse 20 anni fa col primo Del Neri??) e molto di sostanza… robaccia tipo Cittadella, Pordenone da affrontare.

          Sarebbe importante strappare comunque un risultato positivo per aumentare il solco su Lecce e Salernitana.
          Staremo a vedere quello che succederà.
          Mi auguro che l’Empoli entri in campo gagliardo e alla fine li faccia a pezzi.
          Squadra per me antipaticissima già dai tempi della C1

  3. Campedelli alla fine fa la stessa figura di m… che ha fatto Agnelli con la Superlega…..
    Si vede che a Verona hanno tempo e soldi da buttare…..

  4. Campedelli è Agnelli della B e il Chievo è la Juventus della categoria ma non per le vittorie ma per rubare ,e lo stanno dimostrando ,anche facendo ricorso l’Empoli è dalla parte della ragione.

  5. Ma … se la asl mi impedisce di uscire di casa e mi obbliga a rispettate la quarantena … come cavolo faccio a scendere in campo per giocare la partita … Credo proprio che il sig. Campedelli meriti … non solo di non raggiungere i play off … ma anche di subire, nel recupero, una severa batosta!

  6. Ripeo quello che ho detto un’altra volta: visto che mercoledì scadeva il ricorso, la Lega avrebbe dovuto fissare l’esame dello stesso per giovedì mattina, prendere la decisione di accoglierlo o respingerlo, e se lo avesse respinto avrebbe dovuto fissare per martedì il recupero. In mezza giornata si decideva e tutto a posto. Invece hanno proceduto al contrario. Così la questione sollevata da S’Ostina veniva messa a tacere, almeno in ambito calcistico. Per il resto sono d’accordo con Mork: se le autorità sanitarie ti dicono che non puoi gioicare edevi restare confinato, non puoi ribellarti, tu che fai? Ti prendi multa e denuncia penale?

  7. Ok fai il ricorso , premesso che hai paura ad incontrarci perché l’empoli è primo , meritatamente, e con dei record incredibili , quindi provi ad ottenere i 3 punti a tavolino, io dico che la partita si gioca noi vinciamo il tuo ricorso non viene accettato è fai la figura del cavolo , punto.

  8. È successo un caso simile nel ciclismo pochi giorni fa: 2 corridori della UAE (Ulissi e un altro di cui non ricordo il nome hanno fatto il tampone il giorno precedente la gara (Freccia Vallone) che per la società era negativo. Ma gli organizzatori hanno tolto la squadra di Pogacar, Hirshi, e altri dalla gara. Non hanno sospeso la gara: gli altri altri hanno corso.

  9. A Campedelli con tutti quei pandori pieni di zucchero, gli è venuta la glicemia al massimo, e gli ha otturato le vene del cervello. Ma come si fa a contestare la decisione della Asl Toscana, è evidente che gli daranno torto, se così non fosse, conviene andare a vedere il golf o il polo, sarebbe una presa per i fondelli per l’Empoli.

    • Assolutamente si ,lo dicevo anche 2 anni fa’ , punta completa ed oltre ad essere un ottimo finalizzatore partecipa attivamente al gioco di squadra.
      Hernani anche

  10. Ok facciano pure ricorso ma spero tanto che restino fuori dai playoff tanto come squadra non fanno paura a nessuno sono scarsi e propio vero il lupo perde il pelo ma non il vizio e campedelli e propio un viscido pieno di debiti

  11. Caro Fabrizio cerca di avere rispetto per una società di periferia che è riuscita con la sua politica al risparmio a fare degli ottimi campionati in serie A. Sono anch’io dell’idea che le partite vanno giocate, ma allora bisogna usare un metro uguale per tutti i club piccoli o grandi che siano. Buona giornata.

    • Sì, società modello per molti anni, ma dal 2015 al 2018, anche società modello in senso negativo: il club, di cui è socio controllante la Paluani Spa, è stato un prodigio sul versante plusvalenze da cessioni di diritti pluerinnali di calciatori; nei quattro bilanci dal 2914/15 al 2017/18, il club veronese ha realizzato plusvalenze senza soste, con un crescendo impressionante: 7.672.633 euro nel 2014, 12.790.553 nel 2015, 18.822.898 euro nel 2016, fino a sfondare il tetto dei 20 milioni (per l’esattezza, 21.590.000 euro) nel 2017. La somma di questo quadriennio d’oro fa 60.876.084 euro. Una montagna di denaro;  il Chievo è riuscito a realizzare quasi 61 milioni di plusvalenze cedendo calciatori in massima parte sconosciuti; ha realizzato una montagna di segni positivi cedendo calciatori non già alle grandi del calcio italiano, o ai colossi d’Europa; li ha piazzati a club di categorie inferiori. Una vera truffa, pagata con pochi punti di penalizzazione.

    • Vi autodefinite società “modello” ed io l’ho sempre vista come una grande fesseria.

      Premetto di non conoscere nel dettaglio la storia del Chievo non essendone tifoso.
      Ma trovandolo come avversario da oltre 30 anni, mi documento ed un’idea me la faccio.

      Non avete i parametri di società modello così come non li aveva il Siena.
      Farias e Vignato sono gli unici prodotti del vivaio Chievo (che io ricordi) arrivati in serie A. Avete un vivaio che è sempre stato distante anni luce da quello di una società modello (Empoli, Atalanta).

      Il Chievo ha sempre comprato giocatori fatti e d’esperienza (non credo esattamente per 2 Lire). Certamente, alle volte è stato anche bravo a pescare dalle serie minori e valorizzare calciatori poco considerati (Pellissier su tutti).

      Detto questo, a voi il vostro caro Chievo.
      A noi il nostro caro Empoli.
      Io, di certo, non farei mai a cambio 💙

  12. Assurdo il ricorso del chievo tanto bisognerà giocarla ugualmente comunque ora è sempre forza empoli siete i migliori

  13. Ma pensate che all’estero sia tutta un’isola felice? In tutti i paesi hanno i loro problemi e situazioni strane.
    Noi siamo tremendamente indietro rispetto alla questione impianti, ma all’estero in generale c’è più un discorso di politica meno burocratizzata e più del fare.

    A un Corsi o ad un Commisso che vorrebbero rifare gli stadi all’estero la politica li agevolerebbe non gli metterebbe i bastoni tra le ruote (a torto o a ragione che sia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here