Ad Avellino, in una gara attesa dopo il primo KO stagionale come primissimo vero esame di maturità, l’Empoli trova la seconda sconfitta che non può certo lasciare le non negative sensazioni di settimana scorsa. Una gara in cui gli azzurri si sono visti rimontare un vantaggio di ben due gol, una partita persa soprattutto a livello mentale, proprio quello che su tutto era stato esaltato in questa prima parte di stagione. Male da tanti punti di vista, ma è quello dall’atteggiamento complessivo che lascia maggiormente a desiderare, con un Avellino che interpreta la gara con quel cuore e quella fame indispensabili in questa categoria, situazione che latita nelle ieri maglie bianche che si attaccano solo (a sprazzi) ad un maggiore qualità dei singoli. Una partita, e questo lo diciamo per la prima volta, persa anche da mister Vivarini che opera alcune variazioni in formazione non sicuramente positive, con anche i cambi dalla panchina che non coprono le falle che si vanno creando in campo dove palesemente andava rinforzata la zona mediana che Bidoaui stava facendo nera. Una squadra che poi, complice sicuramente l’andamento della partita che non ti aspetti dopo il secondo vantaggio, perde la testa e si innervosisce troppo, creando difficoltà su difficoltà.

Eppure l’approccio era stato positivo. Il Partenio, in una caldissima giornata di fine settembre, si presentava tirato a lucido con una cornice di pubblico davvero importante, di quelle che possono mettere i brividi, brividi che però non si erano accampati sulla pelle dei nostri, partiti bene e con il piglio di chi vuol mettere subito in chiaro chi è quello forte, quello che comanda. Al minuto undici Donnarumma sfodera un gol che fa strappare applausi anche da parte avversaria, un mezzagirata meravigliosa che potrebbe candidarsi fin da ora a gol più bello della stagione. Poi l’Empoli manovra, spesso per vie centrali, cerca la profondità, fa scorrere bene il pallone e lascia agli irpini soltanto qualche ripartenza ed un mezzo brivido con Provedel bravo a chiudere su Ardamagni. Al pronti via del secondo tempo una perla di Zajc (dentro per Krunic per scelta tecnica anche perchè il bosniaco non è al top) su punizione che si spegne dove nessuno può arrivarci. Due a zero e gambe tagliate all’avversario. No? E’ invece da li che la partita cambia diametralmente il suo corso e cala il buio sulla squadra di Vivarini. Quindici minuti da vero incubo con l’Avellino che palesa una condizione fisco-mentale importante e Novellino che azzecca il cambio del già citato Bidaoui; prima Kresic sul primo palo, poi Castaldo su un giusto rigore (fallo di Seck), e poi D’Angelo di testa solo soletto compiono il miracoloso ma meritato sorpasso su un Empoli smarrito. La reazione azzurra è poi mancante di una pedina fondamentale, per qualità ma anche quantità, si perchè Krunic che subentra sul 2-2, vede bene di dire qualche parola di troppo all’arbitro e si fa mandare sotto la doccia anzitempo. Questa è sicuramente la fotografia del nero pomeriggio irpino, una situazione che la società non dovrà far passare in cavalleria ma dovrà analizzare ed anche far pesare verso un giocatore che rappresenta un valore fondamentale e che deve essere uno dei leader di questa squadra. Una situazione che è costata cara e che non si deve ripetere in questi modi davvero ingenui. Nel finale gli azzurri provano a metterci dentro qualcosa in termini di voglia ma Ciccio Caputo ha le polveri bagnate, Ninkovic è evanescente e l’amarezza è totale al triplice fischio. L’Empoli aveva provato a vincerla per vie centrali, e quando riuscivamo a sfondare li c’era sempre apprensione nei biancoverdi ma Novellino aveva capito qualcosa in più. E’ sugli esterni che ci hanno fatto male, è li che l’Empoli dal punto di vista tattico ha sofferto maggiormente l’irruenza irpina.

Lo schiaffo rimediato dal Cittadella ci doveva insegnare una lezione che invece non è stata appresa come speravamo. La B è una categoria difficile ed ostica, dove i piedi buoni contano ma fino ad un certo punto e ieri lo si è visto bene, e lo ha rimarcato con la solita onestà intellettuale anche Vivarini a fine partita. Il mister spiega bene anche i perchè delle scelte iniziali che qualche dubbio lo lasciano e qualcuno, purtroppo anche a ragion veduta, con un Luperto che continua a non convincere (per il reparto difensivo giudizio negativo complessivo) un Seck che fatica in fase di costruzione e dietro è dentro a tutte le fotografie dei tre gol presi (rigore compreso visto che è lui a cometter fallo). Qualcosa di meglio Zajc, al di la della punizione però fatica un po’ troppo ad entrare in partita, certo col senno di poi l’errore più grave lo commette il mister togliendolo per Krunic. Davanti l’intesa c’è anche se Caputo resta a secco per la seconda volta ma l’Empoli resta una squadra che la palla in porta la mette, il problema è che in sette gare soltanto una volta abbiamo visto uno zero ai gol presi, ed in B (altro luogo comune che però torna sempre) le squadre che vanno lontane sono proprio quelle che prendono pochi gol. A livello di singoli, al di la di Donnarumma che segna il bellissmo gol iniziale e gioca una gara gagliarda, vogliamo evidenziare la prova di Bennacer. L’algerino era in predicato di scendere in campo da tutta settimana ed una volta negli undici di partenza si fa apprezzare orchestrando il gioco fin quando l’Empoli ha testa. Una sconfitta che dovrà far riflettere e che dovrà essere gestita bene per non cadere in un “loop” mentale che potrebbe essere unicamente deficitario. Questa squadra ha degli oggettivi valori ed ha le carte in regola per poter far bene, e non può essere adesso tutto andato a ramengo dopo aver decanto lodi e fatto previsioni di un roseo futuro dopo le prime cinque gare. Ci vuole equilibrio, da parte di tutti, soprattutto da chi ha il dovere ed il potere gestionale, perchè è proprio nella gestione di queste sconfitte che si nasconde la chiave di volta della stagione.

39 Commenti

  1. E siete stati voi giornalisti filosocietari (Carmignani in primis) a fare tutto ed adesso siete qui a disfare: l’equilibrio è mancato a voi. La colpa è della società che ragionando solo in ottica di profitto e senza cuore ed anima non riesce ad infondere nei calciatori questi ultimi due valori fondamentali per la B. Ma ormai abbiamo questo presidente e ce lo dobbiamo tenere.

    • I carmignani mi sembra l unico non filo-societario.
      Ieri ho sentito alla radio dopo il primo tempo ed era l unico che criticava nonostante il vantaggio.
      Il cocchi in collegamento diceva che si giocava benissimo e che vivarini “aveva ancora una volta fatto la differenza, preparando benissimo la partita”

    • Parole allucinanti e farneticanti. … ma vi rendete conto che siamo l’Empoli è non il Real Madrid? La società ha costruito una buonissima squadra e siamo stati superiori agli avversari in tutte le partite finora disputate, solo che ieri siamo stati PRESUNTUOSI, altrimenti la partita era vinta.

  2. La difesa e’ sicuramente da incubo e l’atteggiamento da rivedere.
    Tuttavia, sabbiamo giocato 10 contro 12: i loro tre gol glieli ha fatti fare tutti Sek. Da non schierare per le prossime 10 partite.

  3. Certo a Krunic non perdonate niente! È dall’inizio dell’anno che lo criticate. Non mi sembra che quando Saponara si fece espellere a Frosinone siate stati così duri con lui.

  4. LA penso esattamente come Alessio,però vorrei aggiungere che nel primo tempo dopo il nostro goal e prima del tiro a lato di Caputo,l’Avellino non ha avuto la sola occasione di Ardemagni solo davanti a Provedel,ma anche un’altra occasione grossissima di Ardemagni respinta alla grande da Provedel e un tiro a filo di palo,più un altro sempre a filo di palo di testa su cui Prove del avrebbe potuto fare ben poco(colpo di testa di un nano contro i giganti della nostra difesa….e così è successo anche sul terzo goal).Anche su un altro calcio d’angolo siamo riusciti a far colpire di testa un avversario non solo solo soletto ma con accanto altri 2 compagni che avrebbero potuto farci del male….meno male che la palla é finita ben lontana dalla porta.Credo che questa difesa a tre ormai non sia più proponibile perché fa acqua da tutte le parti e soprattutto dove dovrebbe avere il suo punto di forza…. cioè sui colpi di testa…..Giocatori alti ma sempre fuori posizione in riferimento agli attaccanti avversari.Credo che il difensore più forte si sia dimostrato Simic che insieme a Veseli(stazza alla Tonelli e più rapido sia di Lupetto che di Romagnoli)può sicuramente formare la coppia di centrali per tornare ad una difesa a 4…..A destra potrebbe giocare anche Di Lorenzo che alla fine è un esterno si ma difensivo,visto che a Matera ha giocato anche centrale……e di questo ragazzo se ne parla davvero bene.Una squadra che punta in alto deve partire prima di tutto da una difesa forte….poi con giocatori forti come Caputo,Donnarumma,Zajc e Krunic il goal lo trovi sempre….Ma la partita di Avellino ha ribadito che per quanto siamo bravi a fare la partita,di controparte quando dobbiamo ripiegare il centrocampo va in difficoltà perché sia Castagnetti che Bennacer sono due giocatori che amano ricevere palla per impostare il gioco è obiettivamente i giocatori sembrano appoggiarsi di più su Bennacer,ragazzo che si propone in maniera maggiore e dotato di dribbling e di pensiero molto più rapido.Manca un intenditore nel mezzo per cui spero che al più presto Lollo possa entrare in forma.Riguardo a Zajc è chiaro che se non gli dai continuità facendolo giocare più spesso dall’inizio,dovrà per forza prima scaldare il motore prima di fare le sue giocate.Krunic?Prima di tutto una multa salatissima e poi in panca per 4 o 5 partite e che capisca che ancora deve dimostrare di essere un lusso per la B….e i suoi goal sbagliati in maniera grossolana sono lì a dimostrarlo.

  5. Probailmente il mister sta provando tutti per capire su chi può contare e per cosa può contare…probabilmente Seck non da agranzie in questo momento e sarà opportuno attenderne eventuali miglioramenti prima di rimetterlo in campo…

  6. Mia analisi in generale: la serie B è diversa dalla serie A, non solo per i valori evidenti dei giocatori e società blasonate, ma non ti da tanto tempo di organizzarti e ti trovi subito nelle parti basse della classifica, in serie b invece hai tempo di riorganizzarti, anche perché, come si vede anche quest’anno può esserci una squadra, che difficilmente fallisce e penso, in questo momento, al Frosinone, poi le altre hanno tutti dei limiti e i risultati alternano da prestazioni a fallimenti, tipo noi. Quindi, quello che volevo dire, se l’allenatore riesce a valutare bene quale sia la squadra e il gioco migliore per il proseguo, possiamo anche pensare di inserirsi con le prime, altrimenti dobbiamo rimandare ad altri campionati futuri, tutto qui.

  7. Come fate a dire che carmignani è filosocietario?!è l unico che l anno scorso si incazzava ad ogni commento della partite.a Palermo era imbestialito talmente tanto che disse:ora dico quello voglio e sparò a zero su mister, società e quei venduti dei giocatori.e ora sparate tutti su krunic è due mesi che aspettavate tra tutti questo momento.

    • Su Carmignani effettivamente la penso come te.
      Fu l’unico che lo scorso anno ebbe il coraggio di criticare apertamente.

  8. Secondo me basterebbe cambiare modulo e passare al solito 4312. .alla fine ci sa più giocatori adatti a questo modulo più che dell’anno scorso. .forse il problema sarà che vivarini non sa giocare con la difesa a 4.. ma ad oggi nemmeno a 3 mi sembra. .formazione facile facile. .veseli simic romagnoli Pasqual Lollo Castagnetti bennacer krunic Donnarumma Caputo. .volendo untersee e veseli centrale. Volendo krunic interno e Zajc trequartista volendo picchi x Lollo. .volendo di Lorenzo. .fate voi

  9. …si sono d accordo ..io credo che il 433 sia ancora meglio per i giocatori che abbiamo , Krunic a gennaio probabilmente ci lascerà ed allora la squadra e molto semplice da fare e con la difesa schierata bene , centrocampo corretto e con donnarumma(più) Caputo .zaic(ninkovic) saremo la squadra da battere…basta chiudere la difesa non serve molto facendo 2 goal a partita con le punte che abbiamo .

  10. ABBIAMO PERSO UNA PARTITA GIA’ VINTA E BEN GIOCATA PER 60 MINUTI
    TRE GLI ERRORI:

    1 LA DIFESA NON SALTA MAI DI TESTA SUI CROSS DAL FONDO

    2 GLI ESTERNI NON CHIUDONO MAI LE DIAGONALI FINO IN FONDO (SPALLA SPALLA)

    3 NOVELLINO (SENZA GIOCO) HA INSERITO DUE CORRIDORI SULLE FASCE
    CERCANDO I CROSS SUL SECONDO PALO SE POI CI METTI I PRIMI DUE ERRORI
    ALLORA SI CHE LO PRENDI GOL..

    SUL 2 A 0 DOVEVAMO NOTARE IL CAMBIO DI NOVELLINO
    E RADDOPPIARE SULLE FASCE IN MODO DA SPORCARE E IMPEDIRE I LORO CROSS SUL SECONDO PALO
    IL VIVARO HA SCELTO DI PUNGOLARLI CON KRUNIC UN TENTATIVO POSSIBILE MA CHE NON HA DICERTO
    FUNZIONATO
    PURTROPPO QUALCHE AVVISAGLIA NEL PRIMO TEMPO ERA ARRIVATA
    MA NON CI ABBIAMO FATTO TROPPO CASO

    COMUNQUE E’ SBAGLIATA LA PARTITA DI AVELLINO
    MA L’EMPOLI NON E’ UNA SQUADRA SBAGLIATA
    QUANDO SI ATTACCA CENTRALMENTE SI PUO SEMPRE FAR GOL

    CI RIFAREMO

  11. O non si era recuperata la sintonia tra ambiente società e squadra e tutto sarebbe andato bene? Il problema è che se fai una buonissima squadra ma non ci sono 2-3 giocatori che conoscono l’ambiente e sono rispettati e infondono lo spirito empoli agli altri la squadra non ha cuore. 2 c’erano e sono stati mandati via come traditori al pari di massaggiatori raccattapalle e bigliettiai. Auguriamo cHe tutto vada bene se le cose cominciano a calare il vero traditore il personaggio che l’anno scorso creo zizzania comincerà anche quest’anno per coprire i suoi errori a scaricare colpe sugli altri e a diffondere veleno. .

  12. Secondo me avete fatto buone diamine. Tre peperoni alto alti in difesa e si prende sempre gol di testa non va bene. Meglio allora la difesa a 4 almeno hai un uomo in più a centrocampo. Tanto i famosi esterni chiunque giochi sono dei terzini. Abbiamo sacrificato il gioco offensivo x coprirsi la difesa e invece ci sono i giochi. Allora ritorni al 4312 . Sul Carmignani anche io penso che non sia filo societario ma il problema è che ha iniziato a criticare come gli altri giornalisti al fischio finale di Palermo. Fino ad allora x i giornalisti tutto andava bene. Nessuno diceva che si allenavano 50 minuti il giorno con annullamento della doppia seduta del mercoledì. Nessuno metteva in dubbio il mister o eventuali rappresaglie del giocatori. Tutto bene e al fischio finale di Palermo poi hanno corretto il tiro. Un po’ prima no?

    • Le critiche dai giornalisti empolesi vengono fatte quasi sempre dopo e soprattutto mai direttamente di fronte a giocatori e allenatori, al contrario degli elogi, che quando le cose vanno bene abbondano in maniera a volte perfino imbarazzante, come nelle scorse settimane. Evidentemente il recente passato ha insegnato poco o nulla.

  13. Ma se il difensore che dovrebbe darci sicurezza e personalità, il difensore pilastro della nostra difesa é il modesto Romagnoli,ci credo che il resto della difesa fá acqua!!. Con i piedi fá pena, di testa né prende 1 su 5 ditemi voi come facciamo a non prendere gol. Io modestamente li in mezzo ci proverei Simic poi………….

  14. Abbiamo solo 6 giorni e 5 allenamenti pè provà la difesa a 4. E tu incontri una squadra, domenica, velocissima davanti…..
    Un brivido percorre la mia schiena, amici.

  15. Come voi fà a un esserlo, amico Gandalf? Da i’Renate all’Avellino si fà sempre i soliti errori. La squadra un cresce. E è tenuta a galla dalle prodezze di quei 2 là davanti, pè ora.

  16. Come avrete forse notato io quando si perde preferisco non commmentare tanto,soprattutto perché non voglio venire etichettato come appartenente alla cerchia di quelli che appena la squadra perde criticano a spada tratta partendo dalla notte dei tempi fino ai giorni nostri.
    Penso che le lacune di queste squadra siano agli occhi di tutti e si spera che ce le abbia soprattutto chiare chi deve cercare di colmarle.
    Se posso dire la mia,senza venir subito additato come untore,è che alcuni giocatori in forma in reparti ancora da registrare dovevano ,secondo me,esser schierati titolari.
    Simic ad esempio,escluso per motivi tattici,doveva giocare.E’ l’unico dei difensori ad avere una parvenza di sicurezza nelle chiusure,a parte forse Veseli che però rischia di essere falloso.La dico grossa,poteva far rifiatare Romagnoli e metter Simic centrale,non credo avrebbe fatto molto peggio.
    Il centrocampo almeno all’inizio ha funzionato e bene ed anche la difesa,ma solo perché loro giocavano contratti e cercavano soprattutto di non prenderle.Poi appena si sono riversati nella nostra metà campo,soprattutto quando han messo il marocchino,son cominciati i dolori.
    I giocatori son questi e non ha senso criticare il singolo,dato che una volta ha sbagliato uno ed in un’altra occasione ha sbagliato un altro(nel terzo anche Luperto ci ha messo del suo), a parte il rigore che secondo me poteva essere anche non dato e non credo sarebbe stato uno scandalo.
    Quando sbagliano tutti e soprattutto in una determinata fase(ovvero palla alta tramite cross in area piccola) il problema di solito è tattico e questo credo che sia una carenza che Vivarini ha presente,almeno spero.
    Ciò che non ha avuto presente invece è stato al 15 del secondo tempo,quando si vinceva 2 a 0 e, conoscendo i limiti di questa squadra,magari qualcosa in più poteva fare per arginare l’Avellino.
    Era il momento giusto di questo tanto acclamato Lollo che poteva essere messo al posto di Bennacer,bloccando un po’ le fasce invece di far raddoppiare Bennacer sulla destra per ripiegare sul marocchino loro.Far giocare l’ex Carpi mediano difensivo i tre in difesa e magari mettere Di Lorenzo al posto di Untersee con il mandato soprattutto di coprire,dato che i traversoni avversari venivano sorpattutto da destra.
    Con una linea mediana più difensiva,forse anche la difesa si sarebbe compattata di più evitando quelle buche inguardabili che hanno generato i due gol.
    E non ditemi “allora il mister fallo tu”,perché sono il primo a dire che non ci capisco nulla e siam qui a dire la nostra nei limiti di un contegno civile.

    • deunafia e meno male non commenti tanto…prolisso come pochi!
      unico commento da fare è questo; quando ci aggrediscono ce la facciamo sotto, perchè abbiamo una squadra poco “cattiva” e poco fisica nelle marcature dal centrocampo in giu… stop!1 e pensiamo ad obiettivi piu a tiro.

      • Non commento tanto nel senso che da sabato è il primo commento che faccio,ed ho riassunto i pensieri di due giorni,fatemelo fare eh!!!
        Cmq il fatto della cattiveria è senz’altro giusto,dato che in questa squadra c’è gente che pensa si possa giocare di fioretto in B,ma farlo in questa categoria è come colpire con la spada di plastica un ippopotamo.

        • Nicola, quello che dici non fa una grinza, ma posso aggiungere una cosa? A questa squadra manca maledettamente l’uomo che questa estate era stato acquistato per sistemare il centrocampo e che in serie B dovrebbe essere un peso massimo, vale a dire Lollo. Il problema, per quello che mi risulta, è che è arrivato in condizioni fisiche pietose e deve ancora trovare la forma migliore. Pare che a Carpi, dove gli avevano detto che sarebbe stato ceduto dal primo giorno di ritiro, non si fosse allenato granchè…

  17. La cosa evidente è che non abbiamo calciatori giusti per una difesa a 3. Le volte che va bene è perché gli attaccanti non trovano la porta o il portiere para ma andiamo sempre o quasi in difficoltà. Siccome Vivarini ha dimostrato di non essere un integralista del modulo, mi aspetto che si passi alla difesa a 4. Purtroppo la rosa è stata costruita per un 352 ma confido che riesca a trovarne 4 buoni per fare una diga in difesa. Con l’attacco che abbiamo poi siamo a posto.

  18. Senza i nazionali, domenica col Foggia, scelte quasi obbligate:

    PROVEDEL
    DI LORENZO ROMAGNOLI LUPERTO PASQUAL
    UNTERSEE CASTAGNETTI LOLLO
    ZAJC
    DONNARUMMA CAPUTO

    Basta coi tuttofascia, tanto un lo sanno fà. E almeno la difesa è più protetta, che dite?

  19. signor mister mi scusi noi siamo la meglio squadra della serie B che Lei non trovi un modulo giusto di mettere in campo i suoi giocatori non è possibile ma ad Avellino non ha visto CHE SEK era da cambiare viaaaaaa come si fa a perdere una partita già vinta in 13 minuti ci hanno rifilato 3 reti.almeno un pareggio faccia una squadra e faccia giocare sempre gli stessi come faceva SARRI almeno prendono un ritmo se poi Lei vuole retrocedere insieme alla società la starda è quella giusta AUGURI per sabato e grazie Rossano settore degli sfigati in carrozzina

  20. Le meglio squadre della B sono Perugia e Frosinone, Rossano. Diciamo che se mister Vivarini trova finalmente la quadra, l’Empoli può ambire massimo ai playoff. Retrocedere no, via. Se hai Caputo e Donnarumma caschi sempre e comunque in piedi.

  21. Il problema e’ che se prendi piu’ gol di quelli che fai son dolori….caro Sig. Claudio..
    auguriamoci che il nostro Mister trovi ‘ presto il rimedio…
    forse la difesa e’ il reparto piu’ difficile da registrare
    Diamo a Vivarini un po’ di tempo per riuscirci…!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.