Il Presidente Corsi dice la sua ai microfoni di Radio Kiss Kiss in merito allo spinoso e attualissimo tema della gare rinviate a causa del Coronavirus:

“La situazione è davvero assurda. Noi siamo andati a giocare a Cremona, una delle zone più colpite dal virus. Si è messo addosso il terrore alla gente. Hanno provato solo a prendere dei vantaggi a livello politico, mi fanno pena tutti e ora mi fanno più pena del normale”.

Le circostanze potrebbero condizionare la gara secondo il n.1 azzurro:

“Andare a giocare a Cremona è stato un rischio che si poteva evitare. Si tratta di una zona rossa, ma ci hanno fatto giocare lo stesso. Non ho parole davvero. Bisogna considerare anche il fatto che qualche calciatore possa scendere in campo condizionato dalla situazione molto particolare che stiamo vivendo tutti in Italia”.

Una presa di posizione netta, dalla quale si evince una decisa critica su come sia gestita (o “non gestita”, a seconda dei punti di vista) la questione da parte di chi dovrebbe tirare le fila dei Campionati in questo delicato frangente.

14 Commenti

  1. Grandissimo Fabrizio… unico mio presidente, grazie per questi 25 anni a dir poco splendidi, manca soltanto l’ultimo mattone LO STADIO. Forza magico Empoli.

  2. Se non si voleva giocara andava detto domenica mattina, ora dirlo la mattina della partita se lo poteva anche risparmiare.

    • Forse presidente giocare a porte chiuse all’Empoli calcio non tocca il 20% dell’incasso ,quindi poteva fare comodo per ripagare in parte le spese della trasferta è per questo che gli girano probabilmente.

  3. Solo Empoli e Riccardo come siete ganzi voi !!! E volevo vedere se eravate voi a scendere in campo !!
    Basta che il presidente apra bocca, che siete tutti contro. Ma che cazzo di tifosi siete !!!

  4. ma in particolare che rischio ci dovrebbe essere per i giocatori?
    non ce pubblico,ma solo addetti ai lavori. arrivano in pullman,entrano
    nello stadio e poi tornano via.

    • Thomas stai scherzando? Hai visto la Pianese in serie C con 5 contagiati. Uno spogliatoio di calcio favorisce la trasmissione e anche il giocare una partita con i giocatori che di ritrovano a stretto contatto nei contrasti o nelle marcature. Il rischio c è per loro come per noi. Avete visto in Spagna? Con pochi contagi rispetto a noi hanno messo a porte chiuse le gare di Champions e coppa uefa. E noi con questa situazione critica si vuole le porte aperte. Io fermavo tutto per un mese. E poi si vedeva. Il calcio é l ultima delle cose importanti. Dobbiamo sacrificarci tutti x un mese. Il lavoro ok almeno finché la situazione non cambia. Ma possiamo x qualche settimana frequentare meno locali e meno viaggi di piacere. Percentualmente tutto può servire x diminuire i contagi. In Atalanta Valencia 5 tifosi spagnoli son rimasti contagiati. Per me tutte le partite dovrebbero essere a porte chiuse. Il calcio può aspettare. Volete scommettere se qualche squadra di A prende il virus come la Pianese allora lo fermano il pallone.

  5. Come siete bravi voi, vorrei vedere come la pensereste se stasera vu ci fossi voi a scendere in campo !!! Basta che il presidente esprima un parere pro empoli, che subito lo assalite, ma che cavolo di tifosi siete????

    • Il problema non è essere “pro” o “contro” l’empoli.
      La questione sono “i tempi” di queste affermazioni, come ha già scritto qualcuno.
      Che si giocava a Cremona lo si sa da settembre scorso, quando sono stati fatti i calendari.
      Che quella zona è particolarmente martoriata dal corona virus, lo sappiamo più o meno dal 20 febbraio.
      Cosa spiega dire quelle affermazioni la mattina del 3 marzo, con la squadra già là?
      vuoi creare alibi ai giocatori? oppure a te stesso?

  6. La gestione del calcio in Italia è quasi sempre stata in mano a mafiosi, intrallazzoni, maneggioni ed avventurieri. Gente mediocre, clown, pagliacci, come direbbe il giovane Zhang.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.