E’ finita l’avventura di Pasquale Marino sulla panchina della SPAL. Il tecnico siciliano, lo scorso anno alla guida dell’Empoli nel girone di ritorno, è stato infatti esonerato dal club ferrarese all’indomani della gara contro il Pisa, persa in maniera netta (3-0). La gara disputata all’Arena Garibaldi è stata solo la punta dell’iceberg, visto che la SPAL ha vinto una sola volta (contro il Pescara) nelle ultime 12 partite di campionato.

Al suo posto la Spal ha ingaggiato Massimo Rastelli.

13 Commenti

  1. Una persona perbene e che ci ha salvato l’anno scorso da una situazione che era diventata brutta..

    poi, da qui a essere un grande allenatore…

  2. L’anno scorso è riuscito a far rendere la squadra facendoci arrivare ai playoff dai margini dei playout ma non parliamo di un grande allenatore dai

  3. Mi ricordo ancora le parole di Zamuner direttore sportivo della Spal dopo il mercato di gennaio…”Segre era cercato da Empoli e Spal ma non ha resistito al fascino di Ferrara”… o resta nel tuo fascino!

  4. Il Sig. Marino, ha scelto in estate (e forse anche prima), il progetto SPAL …. aggiungerei, menomale che lo ha fatto, perchè siamo andati alla ricerca di Mister Dionisi.
    Grazie per averci salvato, ma obiettivamente aveva per le mani una fuoriserie, non oso pensare dove saremmo adesso se avesse scelto il progetto Empoli …. per una volta, contento che sia andata così.

  5. A questo punto io credo che sia andata in maniera diametralmente opposta a quanto hai detto tu.Ovvero che Marino si sia promesso alla Spal proprio perché la porta di un eventuale rinnovo gli era stata chiusa a priori evidentemente sulla base di una parola già spesa dall’allora tecnico del Venezia..Cmq,spero si siano mossi troppo tardi,perché con un tecnico non gamba la Spal avrebbe avuto dei bei punti in più. Comunque pensiamo a noi:i punti di stasera contro un avversario in 9 dentro la porta valgono doppio..

  6. grazie per essere andato a ferrara!dimenticavo…………grazie segre per averci snobbato per una BIG come la spal ah ah ah ah ah ah

  7. Marino è stato un allenatore serio. Ci ha tirato fuori dai playout e probabilmente quella squadra, senza l’interruzione Covid, sarebbe arrivata più in alto. Poi capita anche ai grandi essere esonerati. L’allenatore è sempre il capro espiatorio di Mali ben più profondi.

  8. Se al posto di Bucchi fosse arrivato direttamente lui invece di buttare via 2 mesi dietro a Muzzi ci saremmo piazzati due o tre posizioni più in alto…e magari i play off potevano andarci meglio.

    Non è un mago, ma per me resta comunque un buon allenatore benchè la sua interpretazione del 4-3-3, con gli esterni offensivi quasi sulla linea del fallo laterale, sia un pò datata. Ad oggi è più adatto ad entrare in corsa per rimediare a situazioni difficili che a prendere in mano dall’inizio una squadra con ambizioni dichiarate.

    • A Ferrara senza punte un 31 enne e un 39 enne 70 anni in due, di cui Paloschi non ha mai segnato tantissimo….
      Continuate a dire che aveva uno squadrone
      Bo forse in altre zone….ma no davanti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here