Attraverso un post sul proprio profilo twitter Manuel Pasqual ha dato l’addio al calcio. Con la maglia dell’Empoli ha giocato le ultime tre stagioni della propria carriera, dal 2016 al 2019 mettendo a referto 92 presenze siglando 7 gol. Inevitabilmente rimane il ricordo del rigore decisivo firmato nel derby vinto al “Artemio Franchi” del 17 aprile 2017, poi però tutti sappiamo come andò quella fallimentare stagione. Dopo la chiusura del rapporto con gli azzurri si era parlato di possibile approdo al Venezia, si era ventilato di un possibile ritiro smentito proprio dallo stesso calciatore, ma adesso è arrivato per il calciatore il momento di lasciare il calcio. Di seguito il post integrale con cui annuncia il ritiro:

Eccoci è arrivato il momento in cui nessun sportivo vorrebbe arrivasse mai! avrei voluto spostarlo di un anno ma le circostanze non lo hanno permesso e quindi sono costretto a svegliarmi da un sonno durato 30 anni. GRAZIE, GRAZIE GRAZIE!! a tutte le squadre… Musile, Noventa, Gorghense, Fossalta, Reggina, Derthona, Pordenone, Treviso, Arezzo, Fiorentina ed Empoli. A tutti i compagni, allenatori, tifosi e giornalisti che mi hanno permesso e visto e dato la possibilità di disputare 350 partite e oltre 600 in carriera portandomi ad indossare una delle maglie più gloriose e importanti quella azzurra della nazionale…. A tutti coloro che lavorano attorno alle squadre, a Filippo, Gulino che per primo mi hanno permesso l’entusiasmo calcistico, a Striuli e Soncin che mi hanno dato una grande mano e al mio procuratore Rizzato che ha condiviso per 20 anni la mia carriera credendoci per primo. Grazie al mio sponsor Nike che per 15 anni è stato ai miei piedi e a chi ci lavora permettendo di rappresentare un grande marchio in europa. Agli amici storici sempre a fare il tifo nel bene e nel male ma sempre a fare il tifo, a mamma Daniela papà Loris e mia sorella Alessia che hanno condiviso ogni mia scelta, anche la più difficile a Mirca che ha capito i momenti (sconfitte, infortuni, tribune…) facendomi vedere il calcio da un’altra prospettiva dandomi forza a Nicolò, Aurora e Andrea capaci di farmi strappare un sorriso anche quando perdevo. Infine ai fiorentini che mi hanno adottato in tutto e per tutto, anche a quel tifoso che mi invitava ad alzare un cross, adesso posso rivelare che gli attaccanti volevano il pallone sul primo palo. Adesso sono più grande, volto pagina, inizia una nuova storia, una nuova sfida e una nuova avventura. GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!!

8 Commenti

  1. Si grazie Manuel Pasqual, che comunque sia ha chiuso a malincuore per lui la carriera con una retrocessione e comunque con la nostra maglia.

  2. giocatore sopravvalutato nella capacità tecnica, almeno negli anni di Empoli, però certamente un professionista serio fuori e dentro dal campo. Aggiungo anche uno dei pochi calciatori capaci di mettere in fila due parole in italiano. Credo che uno come lui possa avere possibilità di diventare un bravo allenatore. Voglio dire, se allenano soggetti come iachini e muzzi perché lui no?

  3. Grande persona e grande professionista.il rigore della nostra vittoria tirato a tempo scaduto a Firenze, un emozione che non scorderemo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.