E’una sorta di “never ending story” quella tra Levan Mchedlidze e l’Empoli, ma stavolta dovremmo essere arrivati davvero all’atto conclusivo. Con il 30 di giugno dell’anno corrente scadrà il contratto in essere che lega l’attaccante georgiano agli azzurri, un contratto che stando a quanto raccolto e compreso non verrà rinnovato. Ed è un pezzo di storia azzurra che, nel bene o nel male, con alti e bassi, va a terminare.

Quello che c’è stato tra Mchedlidze ed Empoli è stato comunque un vero rapporto d’amore anche se professionalmente “Il Gigante Buono” non è mai riuscito a dare quanto atteso, anche e soprattutto per via dei molteplici infortuni che ne hanno caratterizzato la carriera. Levan arriva ad Empoli nell’estate del 2006, andandosi a mettere a disposizione della squadra Primavera di Ettore Donati. Dalla stagione seguente è di fatto con i grandi ma non gioca mai ed in Primavera, nella finale del torneo di Viareggio contro l’Inter, subisce il primo dei tanti seri infortuni.

Nonostante questo l’Empoli lo cede al Palermo in serie A, e Levan segna pure alla Juve. A Palermo resta due stagione, ma la seconda è davvero travagliata con l’attaccante a non ripresentarsi in Sicilia dopo la pausa natalizia. Su di lui cala per diverse settimane un vero e proprio mistero, con il Palermo a mettere di fatto fuori rosa Levan. Essendo il georgiano in prestito, nell’estate 2010 fa ritorno ad Empoli con una conferenza stampa assieme all’allora DG Vitale su una panchina nei pressi del campo. Da quel momento Levan non si toglie di dosso la maglia azzurra, se non per fare la spola con i vari ospedali e centri riabilitativi. Gioca 150 partite e segna 15 gol, con quello messo a segno nel playout contro il Vicenza (momentaneo 1-2) ad essere ancora oggi quello più importante.

Nell’ultima stagione è sceso in campo 11 volte per un totale di soli 196 minuti senza mai mettere la palla in fondo al sacco. Ad oggi non sappiamo quale potrà essere il futuro di Levan, ovviamente le sue condizioni fisiche (anche se nel finale di stagione ha fatto vedere di non stare male) saranno di certo pregiudicanti. Salvo sorprese, che facciamo davvero fatica ad immagine, finisce qui ed a Levan va sicuramente il miglior in bocca al lupo che si possa augurare un amico, ad una persona vera e leale, che ha davvero tatuati addosso i nostri colori.

Rispondi al Sondaggio di PianetaEmpoli

Vota la maglia del decennio su Pianetaempoli.it

41 Commenti

  1. Potrebbero tenerlo come vice-aiuto-magazziniere. Dopo tutti questi anni di presenza attiva sarebbe il minimo

  2. Sinceramente dopo tutti questi anni e questi infortuni… dovrebbe pensare a cosa fare da grande. Magari il team manager, di fatto in questi anni è stato uomo spogliatoio da quel che si leggeva.. magari come primo step per un futuro da DS. Magari preferisce allenare e allora perché non metterlo a fare esperienza nel settore giovanile? Gli infortuni son stati davvero troppi e quand’è così se anche avesse voglia di restare un giocatore, temo che per lui non ci sia modo. Nemmeno ripartendo dalla serie D.. perché i guai muscolari ci sono in ogni categoria, anche al campetto…

  3. Ingenerosi i commenti letti su di lui in questo anno, visto l’amore che ha sempre messo per Empoli e per l’Empoli calcio. Certo aveva un ingaggio importante, ma quello si sottoscrive in due.
    Gli auguro il meglio e spero che riusciremo a toglierci insieme delle soddisfazioni mai avute in pieno da giocatore, magari come futuro nostro mister o direttore sportivo.
    Resta comunque la perla di quel gol di giugno, perché in quella scivolata-gol c’era tutta la rabbia e la voglia di non scendere in C, in quel gol c’era un po’ di noi.
    Buon futuro Levan.

    • No, c’era Maccarone e c’era Tavano che ti ci avevano portato con i loro gol a giocartela, se aspettavi i suoi di gl eri già retrocesso. Se poi basta fare un gol a porta vuota allora ve bene, anche Dossena che parò il rigore doveva essere contrattualizzato a vita. Chiunque è a conoscenza minima dei fatti sa che la salvezza dell’Empoli fu Maccarone, il quale arrivò dietro preghiera (si preghiera) del Pres. e, da uomo spogliatoio con c…..i e personalità rianimò la squadra fino alla salvezza. Vai a rivedere le immagini dopo il 2-0 del Vicenza. Macca prende il pallone, lo mette sul punto di battuta al centro del campo, parte in slalom da solo e arriva al limite dell’area avversaria dove subisce fallo. Come dire: carica ragazzi e palle, che non è finita, questo è il messaggio, e infatti. E sul gol di Levan è lui che costringe il portiere alla deviazione. Ma Macca è stato cacciato come traditore no? Invece Levan salvatore della patria … come è facile creare falsi miti e abbattere quelli veri …

      • Prima cosa io non ho mai parlato male di Maccarone, mai. Dunque porta rispetto.
        Seconda cosa, credo, mio modesto avviso, che Levan abbia dato tutto quello che aveva, limitato da infortuni. E ribadisco che quel gol in scivolata sia stato l’inizio di una grande cavalcata e che dentro ci sia stata tanta carica.
        Mai messo sul gradino più alto di Tavano o Maccarone. E sai cosa mi fa arrabbiare? Il fatto che mi hai attribuito cose che non ho mai scritto. Ritenere Levan uno attaccato alla maglia è denigrare Maccarone o Tavano? Ma cosa insinui e soprattutto perché?

  4. Ciao Levan, grazie! Soprattutto per quel gol al Vicenza e per quelli del 2017 prima dell’infortunio. Grazie di cuore.

  5. È giusto che il rapporto si interrompa…ma non riesco a provare rancore verso un ragazzo che, salvo una sbandata giovanile, ha mostrato attaccamento alla maglia e ad Empoli città e abnegazione, ma che purtroppo è stato sfortunatissimo in quanto falcidiato dagli infortuni….in bocca al lupo e grazie di tutto Levan!

  6. Ricordo sempre, più che il gol al Vincenza, il gol di testa a Milano, nella partita in cui si è di nuovo infortunato e, visto che in quel periodo (forse l’unico) era davvero determinante, quell’infortunio ha contribuito e di molto alla nostra retrocessione.
    Un gol semplice semplice che in genere all’Empoli non riesce mai, calcio d’angolo e lui di testa, senza che qualcuno riesca a muoverlo di un centimetro, la mette dentro.
    Con questa tipologia semplice semplice di gol il Cagliari con Pavoletti ci ha costruito la salvezza.

  7. Dispiace per questo sfortunato ragazzo per gli infortuni…ma bisogna avere in rosa uno pronto…quando occorre….auguri per il nuovo lavoro….

  8. Nel bene o nel male, ha fatto parte della storia dell’Empoli ed è un capitolo che si chiude.
    Molto mi fa pensare che dalla prossima stagione si passi dall’Empoli 2.0 all’anno zero.
    Comunque grazie Levan per quel gol, da lì è nato il ciclo che si è chiuso definitivamente il 26/05/2019 a Milano.

  9. Ciao Levan, ti auguro il bene più prezioso ti ho conosciuto sei un ragazzo umile e schietto.
    chi scrive male di te è solo perché non ti conosce.

  10. Non si poteva volergli male. Lo incontravi per Empoli o alla Coop, lo salutavi, ti sorrideva e si fermava a fare due chiacchiere, anche extra calcio. Certo come calciatore per vari motivi e stato un fallimento pluriennale, a parte qualche sprazzo e tre-quattro mesi nel 2016-17. Comunque in bocca al lupo !..

  11. Niente contro Levan….ci mancherebbe…..non ha certo sbagliato lui a credere di poter essere in grado di giocare a questo sport….direi piuttosto che è chi lo ha continuato a tenere in squadra che doveva accorgersi che i suoi problemi muscolari erano irrisolvibili.Probabilmente avrebbe potuto fare una buona carriera senza tutti suoi infortuni,ma non bisogna mai dimenticare che nella partita contro il Vicenza se non avesse riaperto la partita con quella scivolata in anticipo sul difensore….quella partita non l’avremmo più portata sul 2-2….Chiaro che a quella partita ci siamo arrivati grazie ai due attaccanti titolari….ma sta di fatto che se non entrava in campo il risultato anche con Ciccio e Mac….diceva 0-2…..Poi per carità….c’è da ringraziare sia Ciccio per il rigore conquistato,come Dossena per il rigore parato e sicuramente Mac per aver tolto ogni residua speranza al Vicenza con il suo goal a partita quasi scaduta……ma ripeto….senza il goal di Levan…difficilmente avremmo parlato di salvezza!

  12. Un giocatore che non ha certo lasciato il segno in tutti questi anni di azzurro,di sicuro forse non solo per colpa sua,ma non si può imputare tutto soltanto agli infortuni.Mai si é parlato di lui,ad inizio campionato,come di un probabile titolare.E’sempre partito come terzo attaccante,cosa che conferma che pur essendo un attaccante abbastanza valido non è mai riuscito a convincere del tutto soprattutto i tifosi.La società ha sempre pensato che prima o poi sarebbe esploso,ma a parte l’annata dei 6 goal con 8 tiri in porta,direi un record e quel goal che ci rimise in corsa nello spareggio con il Vicenza,di lui davvero ci si ricorda poco,anche visto lo scarso utilizzo per via di aver davanti due attaccanti di razza come Davano e Maccarone.

  13. Gigante buono, purtroppo ha una muscolatura fallace, non può giocare al calcio, ma non è colpa sua,quando deciderà di chiudere con il calcio giocato, io lo metterei in società con qualche incarico,comunque grazie per l’onestà dimostrata.

  14. Buona fortuna Levan! Se non avesse avuto i problemi che sappiamo tutti sarebbe stato uno dei migliori attaccanti della storia empolese, basta vedere l’anno con Martusciello dove per poco con i suoi goal non ci portava alla salvezza. Poi sappiamo tutti come è tristemente finita. Auguri di buona vita Levan!

  15. questo è quel pagliaccio che aveva preso Per il collo Borja valero…. Gli auguro le peggiori sfortune Sportive

  16. Chi dopo tutto quello che ha fatto per i nostri colori, e la sfiga che ha avuto, ha il coraggio di sparlare di levan è sol nu sciem!
    In bocca al lupo uagliu!

  17. i piu’ dispiaciuti sono i gestori del bar leonardo, che dovranno affrontare un brusco calo delle giocate…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.