Tanti complimenti, ancora. Zero punti, ancora. Rispetto alle ultime situazioni analoghe però c’è da dire che stavolta i rimpianti ed i rimorsi sono un po’ di meno e questo perchè dall’altra parte c’era una squadra oggettivamente più forte, che ha giocato una bella partita e che ha saputo sfruttare come meglio non potesse tutto quello creato. Un punteggio rotondo che non ci sta perchè la “manita” che il Napoli ci ha sventolato non è assolutamente meritata, con un Empoli mai domo che ha giocato la sua partita e che ad un certo punto ha fatto non poca paura ad Ancelotti e a tutto lo stadio. Una prestazione collettiva non totalmente da buttare, anzi; alla squadra di Andreazzoli non mancano il coraggio e la voglia. Manca semmai quel qualcosa in più da parte di qualche singolo che dovrebbe fare la differenza e poi la solita cattiveria sotto porta. Da questo punto di vista è emblematica una frase che viene carpita proprio al tecnico massese durante il match – “facciamo tiri da 0-0” – una frase che la dice lunga su quella che è la situazione. Un mister che poi non le manda nemmeno a dire a fine gara dove chiede alla squadra il massimo ed avverte che chi questo massimo non lo dovesse dare (questo lo si legge tra le righe) potrebbe essere anche messo da parte. Non vuol essere una frase fatta o un luogo comune, ma davvero non è certo da Napoli che passa o può passare la salvezza degli azzurri. Adesso quello che c’è da fare è rimboccarsi le maniche perchè dalla prossima partita questo discorso non reggerà più. Da Napoli uno degli aspetti da migliorarea – anche se non ci sarà poi sempre la forte squadra di Ancelotti dall’altra parte – è quello di una linea difensiva che troppo spesso indietreggiava permettendo agli avversari di fare quello che volevano. La media punti adesso è davvero pessima, come la classifica, però anche Napoli è agli archivi e questa è una delle poche consolazioni.

Anche a Napoli, come previsto e come visto sempre con le grandi, gli azzurri scendono in campo con il doppio trequartista rinunciando ad una punta. La novità sta nel vedere dall’inizio Ucan che va per uno Zajc non nelle migliori condizioni fisiche. E l’Empoli non parte nemmeno male ma quando il Napoli inizia a spingere si vede subito la qualità dei padroni di casa. Dopo solo 8′ i partenopei passano in vantaggio: è bravo Koulibaly a recuperare l’ennesimo pallone, palla al folletto Insigne che si infila in velocità fra i centrali e batte di precisione Provedel. L’Empoli non si arrende e prova ad alzare il proprio baricentro andando a far male soprattutto a sinistra con Antonelli, e proprio l’ex Milan troverebbe il gol del pari che però è giustamente annullato per una sua posizione di offside.  L’ex Zielinski impegna Provedel con una fiondata da fuori ma poco dopo il portiere azzurro è palesemente impreparato sulla furba conclusione di Mertens che lo becca in contro tempo: siamo al 37′ ed il belga deve ringraziare Di Lorenzo per l’involontario assist. Il primo tempo si chiude cosi. Il secondo si riapre con un Empoli di alto livello. Forse il Napoli aveva già ritenuta chiusa la gara ma dopo 13′ dall’inizio della ripresa parte dai piedi di Krunic un pallone perfetto per Caputo, “The Gol Machine” va davanti a Karnezis ed è bravo e freddo a batterlo sul secondo palo andando a togliersi l’ennesima soddisfazione personale. L’Empoli ci crede ed il Napoli sbanda ma proprio nel nostro momento migliore (con Ancelotti ad inserire dentro due come Callejon ed Allan) Mertens tira fuori dal cilindro un gol incredibile che riporta a +2 i padroni di casa. Gli azzurri non si arrendono ancora e collezionano diversi angoli ma il Napoli quando sale porta sempre a casa il punto e prima Milik al minuto 89, poi ancora Mertens al 92′, chiudono i giochi con un passivo troppo pesante.

Se la prova collettiva della squadra, come detto, porta a casa diverse cose positive nonostante il risultato finale, a livello di singoli ci si poteva attendere qualcosa in più. Spicca in positivo la gara di Antonelli, giocatore che davvero è mancato in un determinato momento della stagione. L’ex Milan è bravo, si sacrifica ma fa anche qualità, è bravo a difendere e tra i più pericolosi ad offendere, e su tutto la condizione fisica che adesso è davvero ottimale. Non si può non citare la gara del solito Caputo che va in gol contro l’ennesima big. Tutto solo fa davvero l’impossibile, oltre al gol macina tanti chilometri ed è sempre il primo a rientrare in fase di non possesso. Dispiace vederlo predicare nel deserto ma la colpa, lì, non è certo sua. Buona prova di Traorè alla seconda consecutiva da titolare come mezzala, ribatte bene ogni pallone e quando imposta è sempre pulito. Bene anche Ucan. Finalmente titolare il turco fa vedere di saper toccare bene il pallone e tiene sempre molto bene anche la posizione. Un giocatore che piace sempre più, gara dopo gara. La difesa poteva e doveva far meglio, lo abbiamo già detto, e come reparto non puo’ essere pienamente sufficiente. Chi ieri è mancato – salvo nel servire un gran pallone a Caputo – è ancora Krunic. Dal bosniaco ci attediamo tanto e quello visto ieri non può essere quello che conosciamo perchè perde con troppa facilità alcuni palloni e davanti fa poco e niente. La sensazione è che certe parole dette dal mister siano proprio rivolte a lui. Un passo indietro per Bennacer che se con la Juve aveva giocato (ok l’ingenuità sul rigore) una gara strepitosa, ieri a Napoli commette qualche errore di troppo e non è mai in possesso del centrocampo. L’algerino però sta prendendo confidenza con un ruolo che sembra suo e siamo certi che a fare la differenza, ieri, ci sia stata anche la difficoltà di un avversario forte ed imprevedibile. Non bene Provedel e non bene Acquah. Mister Andreazzoli deve sistemare qualcosa, la A non è la B ma la squadra prende troppi gol e ne segna pochi. Le grandi sono terminate fino all’arrivo dell’Inter all’ultima; da adesso non si puo’ sbagliare una virgola perchè il rischio è che alla fine – nonostante non l’abbia smontata e rimontata lui la squadra – quello a finire sul banco degli imputati sia proprio il mister dei record.

Lo abbiamo detto, e lo hanno detto anche i protagonisti: da adesso sono tutte finali. L’Empoli che gioca e non raccoglie non potrà essere più un’attenuante, adesso tutti dovranno cantare e portare la croce, già dalla prossima partita che mette in palio i cosiddetti 6 punti. A gennaio ci sarà la possibilità di ritoccare qualcosa, ma a gennaio la squadra deve arrivare nel miglior dei modi, sfruttando al meglio i prossimi tre turni interni che ci saranno nelle prossime quattro sfide. Davanti le lunghezze non sono assolutamente cosi ampie ma, ci ripetiamo, dalla prossima conterà solo e soltanto il risultato.

71 Commenti

  1. Si è incominciato a giocare dopo il 3-1, prima molti errori gratuiti e scarsa personalità.
    Il Napoli non era così forte come il risultato sembra far credere, Ancelotti era chiaramente e giustamente preoccupato …. solo che noi siamo stati troppo ingenui per accorgersi che potevamo far risultato.
    Un passo e mezzo indietro rispetto alla partita con la Juve. Caputo? ora ha % da A: un esempio!!!!

  2. O dove sono quelli che parlavano di squadra da europa league??
    Io lo dicevo da subito: squadra di vecchi e rotti dirigenti non da empoli arrivati per cosa poi per fare lo stadio forse o cosa e poi hanno risposto che NON VERRÀ TOLTO NEMMENO IL VETRO DALLA MARATONA dopo aver dichiarato ai 4 venti che sarebbe stato levato gia col Milan…ma x favore!!!!!!

    • I dirigenti, 🤣🤣🤣🤣🤣, ma chi sono???? Il Messia, il siciliano e il bocconiano che parla inglese, ma per favore, per favore!!!

  3. Benino il primo tempo. Alla grandissima i 20 minuti iniziali del secondo! Se Ucan fa il 2-2…..invece capovolgimento di fronte e 3-1. Partita finita lì.
    Adesso, per l’Empoli, comincia un altro campionato.

  4. da europa league non credo l’abbia mai detto nessuno, io oggi 3 novembre ti dico che la squadra a livello tecnico-tattico è da 10-12 posto senza nemmeno prendere nessuno a gennaio…ovviamente c’è un rischio: che adesso pesi molto mentalmente il fatto che “non si può più sbagliare”, ma questa squadra nelle prossime 4 partite, giocando così, può fare 10 punti e superare diverse rivali…in campo ci ci crede:
    Terracciano
    Antonelli (Pasqual nel 2 tempo) Maietta Rasmussen Di Lorenzo
    Acquah (se non è in partita, mettere Brighi) Bennacer Traore
    Zajc Ucan
    Caputo

  5. Speriamo, ma i punti andavano anche fatto a Chievo e Parma.
    Errore madornale smantellare la squadra dello scorso anno.

  6. La nostra squadra è molto forte ma inesperta per la A…oltretutto con una difesa lenta per la categoria..purtroppo l aspetto mentale rischia di penalizzarci..ogni partita è un rimpianto ..puoi fare risultato ma poi perdi sempre e questo fa malissimo al morale..poi se vedo tecnicamente gli uomini bè il livello è buono..a me pare che con Levan in forma e Terracciano formato Milan possiamo risalire

  7. sempre la stessa storia, sembra di vedere una squadra che mira alla bellezza e non alla concretezza. Mi dispiace, a questo punto se si deve retrocedere facendo il famoso bel gioco, preferisco un allenatore che predilige al gioco difensivo e contropiede, mi dole dirlo, ma un po di tutto questo resta difficile pensare che non sia colpa dell’allenatore. Se guardiamo anche la scelta di tornare al portiere provedel, invece che il paratutto terraciano, la vedo strana questa cosa. Sono sicuro che ieri alcuni goal non l’avrebbe presi, è più alto forse la manona ci arriva la dove provedel spesso è fuori porta e basta un tiro a pallonetto che viene fregato. Comunque non voglio sfogarmi solo con il portiere, di sicuro, altri non danno il massimo. Ora queste partite che verranno, diranno la verità di cosa siamo realmente.

  8. Che il mister non sa fare la linea difensiva era evidente anche da prima, solo che la anno scorso eravamo in b con avversari molto più scarsi. Mi sembra il solito modo di difendere di martusciello e si videro le conseguenze. Cmq i problemi sono in tutti i settori, non solo non difesa. Hanno costruito la peggiore squadra in serie A di sempre. Se l’ Empoli 2.0 voluto da il Corsi è questo, è meglio ritornare alle origini e ritrovare gente che hanno fatto grande questa società come lo erano lo Spalletti, Pino Vitale e Marcello Carli. Tutta gente “made in Empoli”

    • Mi sa che è troppo tardi…Più facile prendere un Crisetig un Jajalo o cmq uno che fa legna a centrocampo,un centrale un pò più mobile(richiamare Luperto),abbandonare la missione di evangelizzare il mondo del calcio col bel,quanto vano,gioco e interpretare le partite da qui alla fine come battaglie x la vita.Altro che “ritorno alle origini”,ormai di quel mondo lì hanno avuto cura di cancellare tutto…

  9. A quelli che dicono che non siamo male tecnicamente, ripeto ancora una volta: osservatele attentamente le partite.
    Guardate bene i nostri.
    Guardate quanti passaggi sbagliano.
    Osservate attentamente ad esempio Zajc quando riceve un banalissimo fallo laterale come restituisce la palla al compagno.
    Non vi basta?
    Guardate in che modo tiriamo (quando tiriamo….) dalla distanza: sembra che tiri un bambino di 10 anni.
    Mi ci metto anch’io tra coloro che hanno sopravvalutato certi giocatori, ma è l’ora di finirla, anche da parte di voi giornalisti, dire sempre, sempre, sempre (ormai da anni e per gli stessi giocatori) “devono fare qualcosa in più, devono dare un po’ di più, da loro ci si aspetta un po’ di più”.
    Ora basta: dovete dire ” da loro ci aspettiamo MOLTISSIMO di più.
    È non dovete attendere che sia il mister in modo sibillino a farlo capire….

  10. Certo se uno si mette a pensare a come sono andate fino ad oggi le cose non può non guardare la classifica….Ci sta che qualche partita non ci abbia portato punti anche se li meritavamo….però se pur avendo un bel gioco d’assieme le sconfitte arrivano una dietro l’altra questo cosa vuol dire?Vuol dire che pur facendo il massimo non ci sono gli uomini adatti per risolvere certe situazioni di gioco.Ma soprattutto ci si chiede come si fa a fare certi errori puerili come quelli commessi in quasi tutte le partite che abbiamo disputato…..A cosa pensava Di Lorenzo quando ha passato la palla all’avversario…..sembra quasi che in alcuni momenti manchi la concentrazione e la determinazione di alcuni giocatori……Prendiamo anche in esame Bennacer…..tecnicamente non si discute un giocatore così,ma perché continuare a tenere palla e andar sempre a cercare di saltare chi lo va a contrastare?Questo per dire che son sempre convinto che la nostra sia una squadra che alla fine si salverà,ma solo se incomincia a togliersi vizi che in serie A se li possono permettere solo Napoli e Juve e forse un altro paio di squadre proprio perché le loro rose sono di livello europeo.Mi pare che anche che tutti sti elogi per il gioco espresso non tengano conto che è da dopo la partita con il Cagliari che non sono arrivati i 3 punti…..ok abbiamo giocato in casa con fior di squadre,ma fuori non è che abbiamo incontrato poi chissà chi….Resettiamo tutto per l’ennesima volta e vediamo cosa tiriamo fuori dalle prossime 4 partite…..dopo di alibi non ce ne potranno essere più ne sulla sfortuna,ne sui pali,ne su tutto.Io potrei capire che perdi perché gli altri ti sono superiori o perché fanno grandi giocate…..ma se vado a vedere i goal che abbiamo preso mi sorge non il dubbio ma la certezza che alcuni giocatori non debbano essere esaltati come fa sempre il nostro mister,ma messi in discussione fino a finirsene in panca e questo non perché son giocatori scarsi,ma perché giocano senza quell’attenzione necessaria per portare a casa il risultato…..Dalle parole del mister credo che ci sarà una bella strigliata per tutti,ma qualcuno domenica prossima se ne finisce in panca davvero.

  11. Dire che la salvezza non passa da Napoli è sbagliato, la salvezza passa per tutti i campi.

    In particolar modo ieri abbiamo visto tutto il peggio che la nostra squadra puo’ incontrare:

    Errori Tecnici, errori tattici, ma in primis e sopratutto errori socetari.

    Gli errori socetari sono alla base di tutto, “i fenomeni” cambiano sette giocatori e anche se alcuni sono bravi tipo Ucan e Antonelli non si è tenuto conto della fomazione umana del gruppo vincitore in B.
    Se si cambiano le persone si cambia tutto, e ne ha risentito anche il gioco che non ti viene più efficace come prima e che spesso si deve provare a cambiare passando dal largo e palleggiato (come lo vorrebbe l’allenatore) al veloce e verticalizzato (che ieri sera ha portato al gol di Caputo).
    La società in estate tirava “i petardi” con delle bellissime uscite….giornali feste testate on line,mi sembra che i petardi gli siano scoppiati in mano…

    Errori tecnici dei giocatori, ci sono a volte scene da amatori Uisp, Krunic che passeggia a metà campo e consegna il pallone agli avversari contropiede banale e gol, stop con la palla che ti va a tre metri Ismael, la gioco larga quando va giocata verticale e la gioco verticale quando dovrei ripassare da dietro palleggiando solo con la difesa, Acquà inguardabile, Traorè bravo ma inefficace al momento, Provedel che si tuffa in ritardo su tutti i gol su alcuni tipo il secondo lasciamo stare, emblematico poi….la doppia uscita dei due centrali sul 4 o 5 gol non esiste nel gioco del calcio che due centrali escono sul solito uomo….ti ci si infilano tutti dietro…noi siamo riusciti a farlo….

    Errori tattici, Aurelio vorrebbe giocare sempre con la qualità, il gioco largo con i terzini alti e palleggiato ad aggirare le difese e tanto possesso palla, non abbiamo ne i mediani ne la seconda punta per essere efficaci ed è un gioco che si addice di puù ad una squadra di metà classifica che a una che deve salvarsi.
    Ci stà invece di ottenere di più andando in verticale (come le ultime due partite dimostrano che Caputo segna) studiando un modulo che possa favorire questo tipo di gioco.

    La mazzata finale….
    …tenere duro a Napoli voleva dire arrivare convinti all’Udinese, ieri sera pur giocando siamo stati massacrati, e da chi? da noi stessi in primis…

    bisogna svoltare in questo momento sul piano tattico (…perchè ora non puoi cambiare uomini e quindi migliorare gli aspetti tecnici).

    ….Aurelio, se giochi verticale credici fino in fondo,
    trova un modulo giusto 4321 ma meglio 4231 visto che di trequartisti ne hai da buttare via, se poi invece vuoi giocare ampio e con due punte come hai rifatto nel finale allora mantieni tre uomini fissi dietro e usa i tutto fascia 3412, se riusi il 4312 con i due centrali a difendere e il mediano basso con le caxxate che facciamo noi ogni azione è un gol matematico.

    Per me la squadra deve giocare in verticale e guadagnasi la pagnotta come ieri Antonelli e Caputo davano l’esempio.

    • la tua analisi tecnico-tattica così severa sarebbe opportuna se ci chiamassimo Roma o Inter e ne avessimo prese 5 a Napoli…errori, certo che se ne fanno, se ti pressano Kuolibaly o Mertens è anche molto più facile farli, così come se il contropiede lo finalizza Insigne segna, a differenza della maggior parte degli attaccanti di A…con questo non vuol dire che vada tutto bene, ma con questa logica anche il Genoa che ha appena preso un 5-0 a san siro è una squadra da retrocessione…se poi nelle prossime 4 si fa 5 punti, o ancora meno, darò ragione a chi critica

      • …quello che dico io è all’occhio di tutti, non mi aspetto che sia condiviso,
        ma se hai letto il tirreno e la nazione di oggi bene o male c’è scritto quel che dico io…veramente troppi gli errori tecnici e sopratutto bisogna spicciarsi su che tipo di calcio vogliamo giocare.

  12. Povero Andreazzoli è tanto illuso, crede di avere in mano la Juve vuole dare spettacolo invece non sà che ha in mano una squadra vecchia e modesta, molto per merito dei nuovi dirigenti cervelloni che hanno comprato dei bidoni da urlo, vedi LA Gumina, Silvestre ,Rasmussen ecc. Se non si cambia sistema di gioco e mentalità siamo già in serie B, d’altra parte la nostra categoria naturale è la serie C.

    • Meno male che ci sei te che sei più bravo di un allenatore che l’anno scorso ci ha fatto fare più di 80 punti ! Mi raccomando, chiamalo tutte le settimane per suggerire formazione e modulo così si sta tutti più tranquilli

    • Ah già, la serie C per fortuna non la vediamo dal lontano 1996. Forse non è la nostra categoria naturale, che ne dici ?

  13. Peggior inizio di campionato (dopo 11 giornate) nei 13 campionati di serie A, eguagliato il 2003-04: 6 PUNTI!!

  14. Ma poi, passi Capezzi che ci è voluto dieci giornate per capire che non è bono in Serie A.. ci sta
    Provedel rimane un mistero perché gioca lui anziché uno degli altri due visto che era già scarso a Pisa quando faceva il secondo a Pelagotti.. ma vabbè.. mi contesteranno che ieri si perdeva anche con Terracciano

    MA UCAN! Nemmeno un minuto le prime 10 giornate ma che non l’avevano visto che poteva giocare!

    • Che non ti piaccia Provedel ok…ma che fosse il secondo di Pelagotti a Pisa mi pare strano visto che nel 2013-2014 Provedel era titolare a Pisa e che quando,l’anno dopo 2014-2015 è arrivato Pelagotti al Pisa Provedel era al Perugia in B ….non mi mi pare che abbia mai fatto il secondo a Pelagotti.

  15. PER LA REDAZIONE: invito colui che farà prossima intervista a mister Andreazzoli, a domandargli quale sia stata la ragione ed il razionale della sostituzione di Terracciano con Provedel.
    Non perchè questa sia la causa di tutti i nostri mali ma perchè dalle eventuali argomentazioni che il mister farà si capirà veramente il suo modo di operare, perchè ad oggi, i suoi ragionamenti sono sempre gli stessi: si gioca bene ma ci va tutto male.
    A me, quella mossa è sembrata improvvida ed ininfluente, anche se avesse avuto l’esito positivo che invece non ha avuto.
    Sento, poi, parlare in questo social di soluzioni con il: 4321 , 3412 ,4231 ecc.. In realtà come stanno le cose è sotto gli occhi di tutti. Come? esattamente così:
    c’è la cartavelina, leggera, bellina, sfiziosa, elegante, delicata, piacevole al tatto proprio adatta per una scatola regalo e poi c’è la vecchia carta gialla, pesante, rugosa, massiccia, rozza, proprio adatta per incartare patate , mele, e anche roba umida come i vecchi lupini di bombolo o calda come le bruciate ed il castagnaccio bollente di pucce.
    Ecco, noi siamo la cartavelina. Un soffio,neppure tanto forte e ci spazzano via….
    Le soluzioni per uscirne fuori bisogna trovarle in questo senso, cominciare ad utilizzare la carta gialla, nientaltro.
    Andreazzoli ha cominciato qualche partita fa, dalla sostituzione di Terracciano con Provedel per ottenerere una svolta o perchè, Provedel lassù…….qualcuno lo ama? Ce lo dica lui.

    • ……ci confermi quello che diciamo, e che leggi nei commenti,
      perchè per la carta velina c’è un modulo ed un gioco e per la carta gialla gialla da macellaio c’è da adottare un’altro modulo ed un’altro tipo di gioco….

      c’è anche la carta carbone e quella da parati, in ogni modo qualsiasi sia la carta che vuoi usare tutto dipende dalle caratteristiche che puoi esaltare e che possono essere efficaci….

      ….direi che il peggiore è quello che è andato a comprarla la carta.

      Troppi inchini a Empoli, non è l’allenatore l’imputato.

  16. Ho rivisto tutti i gol.
    Provedel, se lo notate, non ha estensione, praticamente si lascia sempre cadere al suolo senza reattività e senza allungamento delle braccia.
    Inoltre sui rinvii è macchinoso e nelle uscite dalla porta ridicolo.
    Praticamente è un NON PORTIERE.
    Ha accompagnato la peggiore parte dell’Empoli in serie B con papere una dietro l’altra poi si infortunò e fortunatamente arrivò Gabriel.
    DA VENDERE CON IL PANETTONE MOTTO insieme al braccialetto quello della Margi davanti alle Poste.

  17. Questa squadra è fatta ed è nata per giocare. Se cambi allenatore devi cambiare anche gli interpreti. Io credo invece che basterebbe poco, per rialzare la nostra classifica. Un vero regista e una vera punta da affiancare al nostro grande bomber. Il guaio è che gennaio potrebbe essere troppo tardi.

    • più facile.prendere un altro Acquah e giocare più coperti a centrocampo,magari anche con due punte.Si gioca con troppi “trottolini” a centrocampo che cercano sempre.il salto dell’uomo od il passaggio di.prima in velocità,invece ci vuole gente che sa contenere e far abbassare anche il.palleggio quando le circostanze lo.richiedono.A Napoli hai.preso almeno 3 goals x errori a centrocampo…

      • Traorè ad esempio è un uomo regalato a Napoli.Puoi metterlo contro chi fa meno giro.palla di te x aprirgli la difesa,ma io uno come lui a Napoli nn l’avrei mai fatto partire titolare.

  18. vi faccio i mie complimenti da tifoso Napoli partite con Lazio Roma Juve e forse pure a Napoli non meritavate di perdere comunque vi auguro la salvezza al più presto

    • Hai ragione, 5-1 bugiardo …. per larghi tratti del secondo tempo abbiamo dominato. ….. certo che voi avete Mertens e Insigne …… Mentre noi Provedel e Maietta. ….. cioè la differenza che corre tra il gesto tecnico e l’errore pacchiano

    • Enzo secondo me avete quello che attualmente è il migiore allenatore italiano Carletto Ancelotti capace di cambiare le partite in corso dote sopraffina e amante del gioco lo ritengo migliore anche di Allegri.

  19. È giunta l’ora però di essere un po’ più pratici, concreti e meno bellini. Ma qui forse ha ragione Claudio. Abbiamo gli interpreti adatti ?

    • …la domanda è giusta, la risposta è che con questi ragazzi per essere efficaci dipende da far giocare la squadra in verticale più compatta possibile e da un modulo che valorizzi tipo di gioco verticale e giocatori,
      crederci e portarlo in fondo….

      il difficile è che si convinca l’allenatore al qualle invece sotto sotto piace il gioco ampio.

      • Mi va bene anche il gioco ampio, però cavolo, facciamola girare veloce la palla!
        Siamo di una lentezza disarmante!
        È poi, giocatori come Acquah e Bennacer tengono troppo la palla.
        Devono cederla prima.

  20. Quando gli chiedevi i segreti del suo Empoli, non parlava mai di se stesso: parlava della bravura di Zielinski, di Saponara, di Paredes.
    Tre centrocampisti di qualità nel rombo di centrocampo sembrava una pazzia.
    “Come li hai convinti a correre?” Domandò qualcuno.
    Lui si mise a ridere e con semplicità disarmante disse “Se tieni la squadra corta, riduci gli spazi. Un conto è chiedere a loro di fare corse di 20/30 metri, un altro è chiedere corse di 50 metri. In quel caso non li avrebbe convinti nessuno forse…”

    Semplice no?

    Mister Giampaolo.

  21. Ieri per caso ho visto Fiorentina Roma e devo dire che si sono invertite le parti : mi a stupito la freschezza atletica e la gioventù dei viola. A prescindere dal risultato ho visto una squadra che mi è piaciuta. Così era il marchio di fabbrica nostro, adesso ci ritroviamo una squadra di vecchi vedi la difesa e quali margini di miglioramento abbiamo? Su un giovane si può lavorare ma su Maietta Silvestre Pasqual che vuoi lavorare?

  22. Spero ci sia un po’ di paracadute anche quest’anno. Buona squadra e mister da serie B. In seria A si fa sul serio. Vediamo queste 2/3 che dovrebbero essere al pari nostro. Penso si dura vincerne almeno una, troppo fragili dietro, non teniamo botta. Mister datti una mossa, incazzati un poino, essere bellini un conta una sega nulla e leva quella seggiola di porta….

  23. la juve non ha il bel gioco , vince , il bel gioco l ha e l’ aveva il Napoli che non vince , serve difesa ermetica e lavorare di reparto e sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori decisivi ( Caputo ) e non il possesso di palla all infinito , così non ci salviamo.
    Vediamo le prossime 2 in casa se Aurelio molla l atteggiamento di professore universitario

  24. ..”ma davvero non è certo da Napoli che passa o può passare la salvezza degli azzurri”…riborda con questo ritornello….continuiamo ad instillare questo convincimento alla squadra ed ai tifosi…e si va lontano vai. Allora, nel 2007-2008, quando ci si vinse un passava di lì la salvezza? Quando si vinse a Milano?? Poi si retrocesse uguale, ma di sicuro non si sentivano codeste litanie??? La salvezza passa da tutte le partite!!! La Spal se li tiene ben stretti i 3 punti di Roma vai……..

    • Infatti.
      Certi discorsi fatti dai giornalisti non li capisco proprio.
      Come se vincendo contro tutte le piccole basterebbe per salvarsi…

    • Infatti.
      Certe frasi fatte non riesco proprio a capirle.
      Come se bastasse vincere solo con le piccole per ottenere i punti per salvarsi…

  25. Secondo me il vero problema è che siamo una buona squadra ma abbiamo buoni difensori centrali ma lenti per la A dove vanno a 1000 la davanti…vedi ieri..con gervinho..il secondo gol con la roma..a mio modesto avviso se sistemiamo la difesa risaliamo velocemente..

  26. Discorsi oramai non contano, il tempo per cambiare c’è, se vinciamo e le dobbiamo vincere le prossime due partite in casa… Cambia la storia del campionato, non dite che non sono partite alla nostra portata altrimenti i complimenti di Ciccio Ancelotti e sardina allegri me li metto infondo alla schiena.

  27. Infatti deve giocare Rasmussen sempre con Silvestre e Maietta a turno ma devono insistere con lui. Poi…Marcianik è davvero da non provare ? La salvezza passa dai 2 centrali e dal portiere ( che l avevamo trovato , sempre da 6,5 e mai un errore ) e con più protezione davanti la difesa , meno goal presi più possibilità di punti.

    • Davvero…Terracciano uno dei migliori della A..con il Milan è stato fantastico!!!!!..lo abbiamo messo fuori..mah..dietro se troviamo uno veloce con fisicità evitiamo gol d’infilata come quello d’Insigne siamo a posto..tutto il resto è storia..se proteggiamo meglio la parte difensiva centrale e siamo più reattivi possiamo far male davanti..se però prendiamo gol facili sulla corsa o da lontano bè si fa dura

  28. Tranquilli, non ci distraiamo pensiamo positivo es stadio nuovo un altro paracadute per il principe di Monteboro, così tutti i suoi fans saranno contenti.

  29. Sto guardando il Bologna: Una di quelle che a detta di tutti dovrebbe far parte delle nostre concorrenti. Difesa arcigna e contropiede. tre bei medianoni nel mezzo a randellare gli avversari e far legna per le due punte, ficcanti e veloci. Inoltre dietro hanno la sicurezza di un vero e grande portiere: Skorupski!
    Sta vincendo 1-0 con l’Atalanta. Meritatamente. Poi magari ne piglia 3, ma Inzaghi li ha messi in campo benissimo. Noi ci presentiamo con Bennacer e Traorè, nel mezzo. Bellini da vedere. A volte bellissimi. Ma in Serie A li portano via di peso, purtroppo.

  30. Riprendiamo con un golpe Vivarini allora…la squadra gioca, deve migliorare nei dettagli…Con la Juve c’ha girato tutto male, con il Napoli siamo stati troppo all’arrembaggio ma avremmo perso anche giocando una partita più accorta….io sto con il Mister….intanto il Bologna ha preso la toppa

  31. Ops il Bologna che gioca bene…ricordo che la Spal n’ha prese 4, il Genoa 5…per dire eppure son tutte più forti di noi…lasciamo lavorare la squadra, s’e’ già affrontato le due romane, la Juve è Il Napoli, e anche altre tipo Parma e Udinese mi pare siano piantate peggio di noi…Forza Empoli

  32. Ci credo poco, ma se riusciamo a vincere domenica con l’Udinese qualcosa si riapre. E intanto le concorrenti hanno perso tutte, tranne Parma e Frosinone che hanno deciso di pareggiare (non so se mi dimentico di altre squadre: vado a memoria). Se pensano di esonerare il Mister fanno un errore clamoroso, da aggiungere agli errori delle cessioni che sappiamo e agli acquisti che sappiamo. Io penso di no. Comunque devo dire che alcuni di voi sono bis.h.ri: l’anno scorso tutti a gridare che Aurelio era grande, quest’anno, coi rovesci che abbiamo avuto, molti a gridare e ammonire che “non è da serie A”. Ma che vuol dire essere da sertie A? Essere peggiori di Gattuso, di Longo, di Pippo Inzaghi ecc.ecc.?

    • Giusto Giovanni…..il compito di un mister è quello di dare un gioco e lui anche in A è RIUSCITO A FARLO….poi se i giocatori fanno certe bischerate in difesa non credo che dipenda da lui,come non dipende da lui se abbiamo preso 9 pali,come non dipende da lui se La Gumina da 2 metri centra la faccia di Sorrentino,come non dipende da lui se Ciccio da un metro non la mette dentro con la Lazio o se con la Roma sbaglia un rigore…..Questo per dirne qualcuna…..Qui si incominciano a discutere giocatori come Silvestre,Maietta o altri e non mi pare giusto anche se obiettivamente certi errori non sono da loro.I giocatori azzurri non saranno da Barcellona o Real Madrid….ma nemmeno son dei brocchi come qualcuno incomincia a pensare.Certo…..bisogna giocare con ben altra determinazione o attenzione e forse è solo lì che sbaglia il mister…..dovrebbe strigliarli a dovere perché dal campo è evidente che soprattutto i “vecchi” pensano forse che giocando come facevi in B POI I PUNTI ARRIVANO,perchè la squadra è super….invece bisogna che si mettano nel capo che non siamo piu’ in B e che se non giochi con la massima determinazione ed attenzione ogni errore lo paghi a duro prezzo!

  33. Allenatori liberi in questo momento meglio di andreazzoli dove sono? Io nn ne vedo..
    Almeno che nn arrivi Prandelli oppure Montella..

  34. buongiorno a tutti, non sono un tifoso dell’ Empoli, seguo le vostre partite per miei motivi personali e mi fate sorridere, sembrate tutti o quasi, degli allenatori, dei tecnici, dei dirigenti ecc sembra che avete il verbo dalla vostra parte e che siate o sareste stati in grado di gestire l’Empoli meglio di tutto lo staff che gira intorno alla squadra, avete la percezione di sapere molto di più di chi invece ci mette la faccia la professionalità ed i soldi. se siete dei tifosi non è questo il modo di sostenere la vostra squadra, sapete solo criticare e guardare dal lato negativo tutto e tutti. io vi dico che la vostra squadra così com’è è di metà classifica ed i risultati futuri mi daranno ragione, la sfortuna come la fortuna non dura in eterno come non dureranno i vostri commenti negativi che si tramuteranno in elogi per tutti nel momento in cui le cose come io prevedo andranno molto meglio. imparate a sostenere la vostra squadra nel bene e nel male e siate umili, se voi foste più bravi sareste là a giocare, ad allenare o a dirigere, ma siete là dietro al computer dove è facile muovere delle critiche. pensate a vedere il bicchiere mezzo pieno ed ad avere l’umiltà di pensare che dietro a delle scelte da parte di un allenatore o di un dirigente c’è sempre la volontà di andare avanti e gli errori si possono sempre fare mettetevi per un attimo i panni di chi criticate e considerate se vi stanno comodi o se vi farebbe piacere sentire cose che non rispecchiano la realtà. ripeto chiuderete l’anno a metà classifica e non dovrete lottare per la salvezza a fine anno o anche abbastanza prima vi ricorderete di questo mio post e vi auguro un buon calcio e forza Empoli

    • ….hahahahhahahhaha….

      scusa ma le tue parole mi ricordano quelle di Renzi del PD….che perde le elezioni….e non ha ancora capito di chi è la colpa……

      un’altra cosa PRIMA FATTI 200 E PASSA TRASFERTE poi se ne riparla

  35. D’accordo, ma la cosa più brutta è che ogni due partite -e quindi a seconda di come vanno i risultati – molti cambiano parere: Maietta non è da A, quell’altro neppure…Andreazzoli men che meno-.Ma siamo seri! Qualcuno riesce a mantenersi razionale (Mork, per esempio e pochi altri) ma in generale veramente c’è un’oswcillazione nevrotica priva di buon senso. Lo dice uno in là con gli anni che di cose ne ha viste parecchie nella vita. Ma un richiamo a PE lo voglio fare: perché è andato via Donnarumma? E perché Gabriel? In base a cosa si è scelto Terracciano e poi gli si è preferito Provedel? Sono queste le domande da fare nelle interviste, come del resto hanno scritto anche altri. Ieri Udinese.-Milan: a parte qualcuno, hanno giocato non bene. L’Udinese non è che abbia fatto gran tiri. Vediamo come andrà a finire con noi.

    • Tu sei affetto da sdoppiamento della personalità:Le ultime domande che volevi porgere alla fine sono alla base delle critiche di quei tifosi che all’incipit del tuo discorso hai biasimato.
      Ricorda,siamo tutti sulle stessa barca e quando ci sono problemi è chiaro e naturale muovere delle critiche.
      Non dissipiamo energie discutendo tra di noi.Non ci porta a niente.
      Lo scorso anno la società,secondo me,per molto meno,ha cambiato guida tecnica,è normale presagire un avvicendamento se l’andamento di risultati non cambierà a partire dalla prossima(addirittura c’è chi vocifera che la panchina sia già vacillante,ma le prendo per ciò che sono,appunto voci).
      Maietta e ,aggiungo io,Silvestre,hanno dimostrato pecche importanti soprattutto a Napoli,ma se per Maietta adduco a giustificazione una forma fisica approssimativa,riguardo all’argentino professo tutto il mio stupore dato che lo ritenevo molto più presente sia a livello tattico sia di spessore empatico ed emotivo.
      Mork lo leggo poco perché spesso è troppo prolisso ed io son vecchio e sempre più intollerante,ma di sicuro non è un grullo e come tutti,dà la sua chiave di lettura…
      Giudichiamo la società o i giocatori,volenti o nolenti si interviene per questo, non se siamo bravi o meno a commentare.A noi non ci da stipendio nè voti nessuno…
      Saluti

  36. Purtroppo quando non riesci a fare punti con le squadre ritenute più forti e non vinci contro Chievo e Frosinone, arrivi alla cosiddetta “acqua alla gola” e devi vincere contro Udinese e Bologna…che non è sicuro!

  37. io sono straconvinto che il gruppo l’aveva fatto lo scorso anno vivarini,ma si era incaponito con i tre in difesa e la società lo ha silurato chiamando un allenatore che contava poco visto che la formazione veniva gestita dall’alto…..quet’anno che si è voluto ripartire quasi da zero e in serie a che è difficilissima per noi,perche’ abbiamo sempre fatto bene il primo anno andando a modificare pochissimo della squadra di serie b,si sta vedendo tutto il limite in primis dei giocatori,ma soprattutto del mister,corriamo ai ripari prima che sia troppo tardi,per la a ci vuole un mister piu’ concreto per una squadra che deve lottare per salvarsi,e questa squadra non lotta come non lotta il caro nonno aurelio.

  38. dash se la tua risata è rivolta a quello che ho scritto ti prego di essere più chiaro, non ho capito cosa vuoi dire, quali sono i punti che non condividi? rispondi sui miei punti di vista, il confronto aiuta, che ci azzecca Renzi, cerca di essere più chiaro, io non avrò fatto 200 trasferte ma se tu ne capisci più di me non è certo per le trasferte che hai fatto, alla fine io ho espresso una opinione che può non essere condivisa, fammi capire chiaramente i tuoi punti di vista grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.