È stata una giornata perfetta per la Sampdoria che si aggiudica la vittoria nel derby e il primato solitario in classifica. I blucerchiati passano in vantaggio al 43′ con Di Stefano, abile a ribattere in rete una respinta ravvicinata del portiere. Immediata la risposta del Genoa allo scadere dei minuti di recupero, con il solito Kallon che brucia in velocità la difesa avversaria e trova un diagonale vincente per il momentaneo pareggio. Nella ripresa, ancora Di Stefano e poi Siatounis chiudono i conti fissando il risultato finale sul 3-1. Allo stadio erano presenti anche Massimo Ferrero, Carlo Osti e Claudio Ranieri, sicuramente soddisfatti del cammino straordinario della squadra e ammaliati dal momento di grazia di Di Stefano, alla seconda doppietta consecutiva dopo quella contro la Lazio. Per la Sampdoria si tratta del nono risultato utile consecutivo, con il miglior attacco e tra le cinque miglior difese del campionato. Per l’Empoli, prossimo avversario, si prospetta una partita difficilissima, visto anche il lungo stop degli azzurri causa Covid.

”Alberto sta facendo un ottimo lavoro. Mi fa strano definirlo un collega” sono state le parole del tecnico giallorosso alla vigilia del match: Aquilani contro De Rossi, l’allievo contro il maestro, è la sfida nella sfida tra Fiorentina e Roma. I viola giocano meglio e passano in vantaggio con un colpo di testa di Distefano su cross di Neri. Nel finale, rigore generoso concesso alla Roma che pareggia con Tripi. 1-1 è il risultato finale, con un punto utile più ai toscani per allontanarsi dalla zona play-out che ai romani, che perdono il primato e vedono l’Inter avvicinarsi minacciosamente.

Inter che torna a vincere faticosamente in casa dell’ultima in classifica Ascoli. I nerazzurri passano in vantaggio nel primo tempo con un tiro da fuori di Lindkvist. All’80’ i piceni trovano il pareggio con un bel gol di Lisi al volo ma a tempo scaduto vengono beffati dal colpo di testa di Satriano sugli sviluppi di un calcio di punizione. 2-1 è il risultato finale che serve ad una brutta Inter a ritrovare i tre punti.

La Juventus torna al successo lontano da casa nel migliore dei modi, vincendo il big match contro il Milan. Per i bianconeri rientrano dall’infermeria il capocannoniere Da Graca, a segno dopo soli tre minuti, e il difensore colonna portante Winter, che aiuta la squadra a mantenere il vantaggio fino al triplice fischio. Finisce infatti 0-1, con la Juve quarta che non perde il treno delle prime classificate con una partita in meno da recuperare contro l’Empoli, e un Milan decimo che proprio dagli azzurri può essere raggiunto e scavalcato.

Finisce 1-0 anche Sassuolo-Cagliari. I neroverdi trovano il gol vittoria al 56′ sugli sviluppi di un corner con il primo gol in campionato di Mercati. Nei secondi finali protagonisti i due portieri: su calcio di punizione, Ciocci si spinge in avanti alla ricerca disperata del pareggio e sulla palla ribattuta si esibisce in una splendida rovesciata che costringe Vitale a compiere un autentico miracolo per salvare la propria porta e portare a casa i tre punti.

La Spal torna alla vittoria dopo un mese in casa del Torino, imponendosi per 2-0. I granata rimangono in dieci al 41′ per le proteste di Horvath che viene espulso. La doppietta di Campagna porta gli emiliani sesti ad un solo punto da Sassuolo e Juventus. Notte fonda per il Torino, al penultimo posto con una partita in meno da giocare contro l’Empoli e alla quinta sconfitta consecutiva.

Rinviate al 12 maggio Bologna-Lazio ed Empoli-Atalanta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here