Il tecnico azzurro Alessio Dionisi ha parlato alla vigilia della sfida di domani contro la Cremonese. Vista la situazione legata alla positività di alcuni elementi del gruppo squadra, la conferenza stampa non si è tenuta in presenza dei giornalisti. Le domande sono state comunque girate dalla stampa locale all’ufficio stampa:

22 Commenti

  1. Ma invece di fare le solite domande inutili, banali, perché non chiedete mai come stanno gli infortunati e soprattutto quanto sono i tempi di recupero??

  2. A chi dice subiamo troppi goal: a cittadella sul primo goal brignoli pensava alla p….a, mentre col vicenza fiamozzi aveva scommesso il. 2-2,se no, non si spiega

  3. Scusatemi, (mandatemi pure a quel paese, me lo merito),ma per me altra conferenza stampa senza alcuna sostanza, senza alcuna spiegazione, e anche piena di contraddizioni. “Mancuso deve migliorare”, ma cosa vuoi migliorare, ti ha fatto 4 gol !!! “Stefano nel primo tempo non avrebbe fatto bene come non ha fatto bene tutta la squadra” non ci siamo mister, se la pensi così la prossima volta che non avrai a disposizione Moreo, rifaremo gli stessi errori e ci ripeterai che i giocatori hanno avuto un approccio sbagliato.
    E poi, va bene criticare il primo tempo, ma poi basta, almeno elogia i vari Mancuso, Moreo e compagnia per il 2° tempo; ma di cosa hai paura, che si montino la testa? O che non ti seguano più?

    • Sì, è vero, un attaccante deve essenzialmente segnare reti, ma deve anche partecipare alla manovra, dialogare con i compagni, difendere ed essere “presente” per tutti i 90 minuti. A questo si riferiva il Mister quando ha parlato di Mancuso e ha detto che può migliorare. Riguardo a Moreo, Dionisi voleva solo ribadire che possiamo elogiarlo quanto vogliamo, dire che è un talismano, che è decisivo ecc., ma in una squadra tutti sono utili e nessuno è indispensabile. O perlomeno questo è quello che un allenatore intelligente deve dire. E in ogni caso un giocatore non può rendere al massimo se la squadra non gira.

      • Daccordo con te, Forza Empoli, ma non mi dirai che Mancuso non abbia svolto sempre il compito affidatogli dall’allenatore con impegno e abnegazione, pur impiegato in un ruolo che non è il suo; Mancuso non é un ala, e non ha il dribbling che ti può far saltare l’uomo, è un centravanti che appena capita l’occasione tira in porta da qualsiasi posizione, e sabato lo ha dimostrato; e va utilizzato principalmente per quello che è
        Moreo è il trequartista ideale per il gioco di Dionisi, non ce ne sono altri uguali in squadra che possono sostituirlo, e quando non lo hai a disposizione e vuoi mantenere la stessa impostazione di gioco, la squadra va in trans, o come dice Dionisi si sbaglia l’approccio con la partita.
        Quello che voglio dire, non puoi pretendere di mantenere lo stesso tipo di gioco, se ti mancano gli uomini essenziali; non puoi sempre adeguare uno o due giocatori ad un ruolo che non é il suo, per non voler cambiare il modulo, il 4-3-1-2. E non puoi continuare ad arrabbiarti con la squadra perchè ha sbagliato l’approccio con la partita.

        • Non mi risulta che Dionisi abbia mai fatto giocare Mancuso nella posizione di ala, visto che giochiamo con il 4-3-1-2 e non con il 4-3-3….comunque a me pare che Dionisi stesse esprimendo un giudizio su Mancuso riferito alla sola partita con la Virtus Entella, nella quale ha sì avuto un’esplosione, ma fino a quel momento non era pervenuto, come molti altri del resto. Poi voglio dire, quando abbiamo avuto allenatori che difendevano sempre e comunque i giocatori a spada tratta nelle interviste, dicendo che erano contenti, che non c’era niente che non andava, che non avevano niente di cui lamentarsi, li abbiamo sempre tacciati come ruffiani, ipocriti e arrampicatori sugli specchi….per una volta che un mister dice ciò che pensa lo vogliamo crocifiggere? E poi, d’accordo sul fatto che Haas magari non rende al massimo come trequartista (anche se a Palermo giocava essenzialmente in quella posizione sfornando assist), ma una squadra non può avere sempre come alibi l’errata collocazione di un giocatore. È anche una questione di grinta, atteggiamento e giusto approccio mentale (tutte cose che nel primo tempo con l’Entella sono mancate)

          • Ho solo esagerato, per far capire le caratteristiche di Mancuso; non può migliorare in una posizione del campo o con un ruolo che non è suo.

  4. Il Venezia vince a Reggio Calabria 2-1, lo fa per la SESTA VOLTA (Ripeto SESTA VOLTA) in rimonta e va a 21 punti in classifica. Chissà se a Venezia saranno così brontoloni come succede con buona parte di tifosi che commentano qui su Pianeta Empoli!?
    Io credo di no!

  5. Questo è sicuro, sta solo a lui migliorare i difetti della squadra. Naturalmente con il rientro in pianta stabile di alcuni elementi tutto non può che migliorare sotto l’aspetto del gioco e dell’assetto della squadra. Sotto l’aspetto dei punti e delle prestazioni (nei 90 minuti naturalmente) c’è poco da dire. Siamo al secondo posto e con una vittoria stasera, visto chi incontra la Salernitana, potremmo anche ritrovarci primi per la seconda volta e questo dimostra che comunque questa squadra ha comunque carattere, perché dopo le due vittorie sfumate nei minuti finali e il pareggio di Pordenone, poteva anche disunirsi e scivolare un pò più giù in classifica. Non ci sarebbe stato niente di male visto gli obiettivi dichiarati dal Corsi ad inizio stagione. Ma credo che adesso il Corsi la pensi diversamente, ma mai lo dirà apertamente, ma questa squadra può lottare fino alla fine per una A da raggiungere senza l’ausilio dei Play off. Sicuramente significative saranno queste 6 partite ravvicinate dove incontreremo anche qualche squadra sulla carta,e non solo,fortissime. A gennaio avremo un quadro generale abbastanza chiaro di chi davvero è destinato ad arrivare almeno tra le prime 4 o 5

  6. Sarà anche un lamentoso Dionisi, però preferisco ascoltare le sue lamentele, alcune ampiamente motivate, rispetto ai discorsi apatici e utopistici degli allenatori dei recenti passati anni!

  7. Carissimi.
    Non è che il mister, a differenza della maggior parte di voi, legge la partita in modo diverso e giudica sulla base di altri parametri?
    Mi riferisco a Mancuso: secondo voi, è meglio fare 4 gol in una partita, o 1 gol in quattro partite?…
    Ergo, non basta il gol, ma serve anche migliorare tecnicamente e tatticamente, cose sulle quali ha ampissimo margini di miglioramento.
    Non fatevi abbagliare solo dai gol, ma guardate anche i gesti tecnici di un giocatore….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here